GDA415 IN EDICOLA
Nuova testata GDA
Nuova testata GDA

Pellicole scadute e pittura con la luce, sulle tracce di Man Ray

All'Auditorium di Roma le sperimentazioni di Roberto Vignoli

Roberto Vignoli, «Elisabetta Accoto»


Roma. All’Auditorium un nuovo spazio intitolato Per piacere, aperto alle sperimentazioni dei diversi linguaggi visivi, fino al 7 maggio ospita le opere fotografiche di Roberto Vignoli che, ispirandosi a Man Ray, mettono a confronto l’universo umano con quello naturale nelle loro manifestazioni estreme. Sono un esempio le maestose Cascate di Iguazú al confine tra l’Argentina, il Brasile e il Paraguay. L’obiettivo dell’artista si divide tra il bianco spumeggiante dell’acqua contro i neri in primo piano della foresta circostante e i suoi esseri inquietanti. «Per ricreare quell’atmosfera grandiosa, abbacinante, spiega Laura Scaringella, curatrice della mostra- è stato determinante l’utilizzo di una pellicola scaduta quindici anni fa, con i suoi grigi malati che invadono i bianchi e i neri, una tecnica simile a quella utilizzata da Man Ray, che sperimentava le pellicole scadute da tempo». In altre fotografie Vignoli celebra la natura femminile vitale, quasi soprannaturale, che sembrano emanare le sue modelle.

Francesca Romana Morelli , edizione online, 9 aprile 2013

©RIPRODUZIONE RISERVATA
GDA415GDA 415 GDMostre
Società Editrice Umberto Allemandi s.r.l.
Piazza Emanuele Filiberto, 13/15 10122 Torino
Tel 011.819.9111 - P.IVA 04272580012