Il Giornale dell\ ilgiornaledellarte.comwww.allemandi.com

Opinioni

Che ve ne sembra dell’America?

Kitsch in pompa magna

Il successo di Matthew Day Jackson è elegantemente fondato su una serie di banalità

Dovrei essere entusiasta dell’arte di Matthew Day Jackson (1974, Panorama City, California). Si tratta di un’impresa che rientra nel programma Gesamtkunstwerk, termine inventato nel 1827 da K.F.E. Trahndorff e propugnato dal compositore Richard Wagner dal 1849. Gesamt significa Globale, Totale; Kunst significa Arte; Werk significa Opera. È un concetto che si è infilato nel Movimento Moderno in maniera particolarmente benefica, in contrasto assoluto contro la specializzazione generata dall’industria e dal commercio. Il movimento internazionale di Arts and Crafts, la Secessione Viennese, l’avanguardia russa prerivoluzionaria, e infine il Bauhaus l’hanno assorbito a fondo. Si tratta di evitare di rinchiudere l’attività in una formula limitata, di applicarsi a ogni compito come parte primaria del tutto, di evitare le gerarchie, di allargare lo sguardo a tutto il contesto che circonda la propria opera.
Jackson è arrivato nel mondo dell’arte alla grande. In pochi anni si è conquistato una posizione preminente.
...
(il testo integrale è disponibile nella versione cartacea)

Lucio Pozzi, da Il Giornale dell'Arte numero 337, dicembre 2013


Ricerca


GDA febbraio 2020

Vernissage febbraio 2020

Il Giornale delle Mostre online febbraio 2020

Vedere a ...
Vedere a Bologna 2020

Società Editrice Umberto Allemandi s.r.l.
Piazza Emanuele Filiberto, 13/15 10122 Torino
Tel 011.819.9111 - P.IVA 04272580012