MUSEO INFINITO 970x90 gif
Nuova testata GDA
Nuova testata GDA

I 100 anni di Capa

Robert Capa, Soldati americani a Troina, di fronte all’entrata della cattedrale di Santa Maria Annunziata, dopo il 6 agosto 1943.

Roma. Nel 2008 l’Ungheria ha acquistato per il suo museo nazionale una delle tre Master Selection di fotografie di Robert Capa, 937 scatti scelti dal fratello Cornell Capa e dal suo biografo Richard Whelan tra i 70mila effettuati dal maestro d’origine ungherese. Nell’ambito dell’anno della cultura Italia-Ungheria, dal 3 ottobre al 6 gennaio Palazzo Braschi ospita una scelta di 78 immagini in bianco e nero scattate tra il giugno del 1943 e il febbraio del 1944, in memoria dei 70 anni dallo sbarco degli Alleati in Italia e in occasione del centenario della nascita del fotografo che cade proprio il 22 ottobre. Capa, ancora sconosciuto, era giunto nel nostro Paese come corrispondente di guerra, prima come «straniero disoccupato ed ostile», cioè senza alcun accredito, poi come reporter delle rivista americana «Life», e aveva ritratto la vita dei soldati e dei civili. Si tratta di scatti perlopiù mai mostrati prima, poche le foto del «fronte italiano» anche nelle ultime importanti rassegne a Milano (2009) e a Verona (2011), e rintracciabili di rado nelle pubblicazioni.
...
(l'articolo integrale è disponibile nell'edizione su carta)

F.C.G., da Il Giornale dell'Arte numero 335, ottobre 2013

©RIPRODUZIONE RISERVATA
Società Editrice Umberto Allemandi s.r.l.
Piazza Emanuele Filiberto, 13/15 10122 Torino
Tel 011.819.9111 - P.IVA 04272580012