GDA415 IN EDICOLA
Nuova testata GDA
Nuova testata GDA

Angkor è sempre spettacolare

Al Musée Guimet l’arte khmer e le esplorazioni di Louis Delaporte in Cambogia

Leone scoperto nel 1873-74 da Louis Delaporte, Tempio di Preah Thkol, Preah Khan di Kompong Svay Fine XII-inizio XIII secolo, grès. © Musée Guimet

Parigi. Il mito di Angkor è nato in Europa, in particolare in Francia, tra la fine del XIX e l’inizio del XX secolo, diffuso grazie alle Esposizioni universali e coloniali. Figura emblematica di questa scoperta dell’arte khmer della Cambogia antica è l’esploratore francese Louis Delaporte (1842-1925), che dopo numerose missioni sul posto fondò il museo indocinese del Trocadéro, istituzione scomparsa nel 1937, le cui collezioni sono ora conservate al Musée Guimet. A questa avventura il Guimet dedica dal 16 ottobre al 13 gennaio una grande mostra che attraverso 250 opere ri- costruisce la storia della presenza dell’arte khmer in Europa. «Angkor. Nascita di un mito-Louis Delaporte e la Cambogia» presenta opere originali khmer in pietra del X-XIII secolo provenienti dai sei principali siti archeologici (Koh Ker, Beng Mealea, Preah Khan, Kompong Svay, Bayon e Angkor Thom), oltre a pitture, documenti grafici, fotografie e calchi in gesso, realizzati a cavallo tra XIX e XX secolo.
...
(l'articolo integrale è disponibile nell'edizione su carta)

Anna Maria Merlo , da Il Giornale dell'Arte numero 335, ottobre 2013

©RIPRODUZIONE RISERVATA
  • Calco di un bassorilievo del padiglione nord-ovest di Angkor Vat (prima metà XII secolo): Rama uccide Marica (particolare) Fine XIX secolo H. 97 cm - L. 142 - P. 12 cm
  • «Testa di Shiva», scoperta nel 1873-74 da Louis Delaporte, Tempio di Phnom Bok, inizio del X secolo, grès. © Musée Guimet
GDA415GDA 415 GDMostre
Società Editrice Umberto Allemandi s.r.l.
Piazza Emanuele Filiberto, 13/15 10122 Torino
Tel 011.819.9111 - P.IVA 04272580012