Il Giornale dell\ ilgiornaledellarte.comwww.allemandi.com

Archeologia

Rosso maya

Palenque (Messico). Dopo anni di lavoro l’archeologo Arnoldo Martínez, «è entrato» all’interno di una stanza sotterranea del Tempio XX di Palenque e ha scoperto delle pareti dipinte in diverse tonalità di rosso, il colore funerario dei Maya, una specie di anello, un pendente, una cinquantina di conterie di giada e undici ceramiche.
Gli specialisti sostengono che questa stanza, datata tra il 400 e il 450 d.C., potrebbe essere l’anticamera della tomba di un re, forse K’uk B’ahlam, il fondatore della dinastia di Palenque, come suggerisce il fatto che le datazioni degli archeologi coincidano con quelle delle fonti epigrafiche che collocano nel 431 d.C. l’incoronazione del primo re. In attesa di vedere se l’ipotesi degli archeologi sarà confermata, ci si deve soffermare sugli affreschi, in alcuni casi in buone condizioni, che secondo gli archeologi rappresentano i nove Signori dell’Inframondo con acconciature di piume, scudi rotondi e scettri con piccole sculture del dio K'awiil.
...
(il testo integrale è disponibile nella versione cartacea)

A.A. , da Il Giornale dell'Arte numero 327, gennaio 2013


Ricerca


GDA dicembre 2019

Vernissage dicembre 2019

Il Giornale delle Mostre online dicembre 2019

Vedere a ...
Vedere a Napoli 2019

Vedere in Sardegna 2019

Vedere a Torino 2019

Società Editrice Umberto Allemandi s.r.l.
Piazza Emanuele Filiberto, 13/15 10122 Torino
Tel 011.819.9111 - P.IVA 04272580012