Il Giornale dell\ ilgiornaledellarte.comwww.allemandi.com

Notizie

Il primo «Cahier» per Kelly


Parigi. I «Cahiers d’art» sono rinati, dopo più di cinquant’anni di interruzione. All’origine del rilancio della storica rivista d’arte di rue du Dragon c’è un collezionista svedese, Staffan Ahrenberg, che nel 2011 ha comprato la casa editrice e la galleria dagli ultimi proprietari, i fratelli De Fontbrune. Il progetto prevede di far uscire da uno a tre numeri l’anno. L’edizione di quest’autunno, che porta l’indicazione «XXXVI anno, n. 1, 2012», è dedicata a Ellsworth Kelly, artista che, rispettando la tradizione, ha partecipato all’elaborazione della rivista di 136 pagine (€ 60,00). I «Cahiers d’art» erano stati fondati nel 1926 dal critico d’arte Christian Zervos, iniziatore nel 1932 del catalogo ragionato dell’opera di Picasso: un lavoro monumentale, di 33 volumi e 16mila illustrazioni. Oltre a Picasso, avevano collaborato alla rivista Matisse, Braque, Léger, Giacometti, Miró, Duchamp. La casa editrice aveva pubblicato Paul Eluard e i primi testi in francese di Samuel Beckett. Tra i collaboratori abituali c’era Jacques Lacan. Dal 1926 al 1960 erano usciti 97 numeri, con un’interruzione durante la guerra (1941-43). Alla direzione c’è ora Ahrenberg, coadiuvato da Samuel Keller, direttore della Fondation Beyeler di Basilea, e dal critico d’arte Hans Ulrich Obrist.

A.M.M., da Il Giornale dell'Arte numero 327, gennaio 2013


Ricerca


GDA ottobre 2019

Vernissage ottobre 2019

Il Giornale delle Mostre online ottobre 2019

Guida alla Biennale di Venezia maggio 2019

Vedere a ...
Vedere in Canton Ticino 2019

Vedere in Emilia Romagna 2019

Vedere a Firenze 2019

Vedere nelle Marche 2019

Vedere in Puglia e Basilicata 2019

Società Editrice Umberto Allemandi s.r.l.
Piazza Emanuele Filiberto, 13/15 10122 Torino
Tel 011.819.9111 - P.IVA 04272580012