MUSEO INFINITO 970x90 gif
Nuova testata GDA
Nuova testata GDA

Ritratti di Cindy da giovane

Due serie fotografiche e una pellicola realizzata quando la Sherman andava ancora all’università in mostra al Gucci Museo

Cindy Sherman, Untitled (Bus Riders I), 1976-2000, fotografia in bianco e nero, 25,4 x 20,3 cm. Courtesy of the Artist and Metro Pictures  © Cindy Sherman

Firenze. Al Gucci Museo la terza mostra su artisti contemporanei è dedicata a Cindy Sherman, figura ormai «storica» per il ruolo dato alla fotografia come forma di arte contemporanea: realizzata in collaborazione con François Pinault, «Early Works» (dal 10 gennaio al 9 giugno), a cura di Francesca Amfitheatrof, riunisce tre lavori, di cui due serie fotografiche iniziate nel 1976 quando la Sherman, dopo la laurea, crea a Buffalo con altri artisti lo spazio per l’arte Hallwalls, e una pellicola animata realizzata quando l’artista frequentava ancora il college.
La serie «Murder Mystery People» (1976-2000) è un racconto con trama poliziesca i cui personaggi, da lei intepretati, corrispondono allo stereotipo del genere: la Sherman ne aveva creati all’origine 82 e il loro sfilare sulle pareti dava proprio l’idea di un minifilm; qui ve ne ...
...
(l'articolo integrale è disponibile nell'edizione su carta)

Laura Lombardi, da Il Giornale dell'Arte numero 327, gennaio 2013

©RIPRODUZIONE RISERVATA
  • Cindy Sherman, Untitled (Murder Mystery People), 1976-2000. Fotografia in bianco e nero, 25,4 x 20,3 cm. Courtesy of the Artist and Metro Pictures  © Cindy Sherman
Società Editrice Umberto Allemandi s.r.l.
Piazza Emanuele Filiberto, 13/15 10122 Torino
Tel 011.819.9111 - P.IVA 04272580012