Il Giornale dell\ ilgiornaledellarte.comwww.allemandi.com

Fulmini e saette

Luigi Vassalli-bey, un egittologo tra le Camicie Rosse

Luigi Vassalli bey

Milano. Sulla facciata del Museo Egizio del Cairo è scolpito il nome di Luigi Vassalli (1812-87), figura molto nota in Egitto agli inizi del ’900 e poi dimenticata. A 200 anni dalla sua nascita, dal 6 luglio al 30 settembre, la mostra «Un egittologo garibaldino milanese: Luigi Vassalli-bey» gli rende omaggio nel Castello Sforzesco di Milano, rievocando le sue ricerche e gli scavi in varie necropoli egizie nonché il suo spirito patriottico con la partecipazione ai moti delle Cinque Giornate e alla spedizione dei Mille. Curata dall’egittologo Francesco Tiradritti, la rassegna presenta un centinaio di manoscritti, perlopiù inediti, tra i quali l’album di disegni con coloratissimi acquerelli che l’autore eseguì nel corso di campagne archeologiche ed epigrafiche, una raccolta di bende di mummia, un volume con elenco di cartigli reali e varie lettere. Ne emerge soprattutto il legame di Vassalli con il Museo Egizio del Cairo e il suo ruolo nella creazione con Auguste Mariette del Servizio per la Conservazione delle Antichità egiziane (oggi Consiglio Superiore delle Antichità egiziane) e del nucleo del Museo stesso. In Egitto, dove fu nominato ispettore degli scavi, Vassalli era approdato dopo essere stato costretto all’esilio a causa della sua partecipazione ai moti delle Cinque Giornate.

L.G. , da Il Giornale dell'Arte numero 322, luglio 2012


Ricerca


GDA aprile 2019

Vernissage aprile 2019

Il Giornale delle Mostre online aprile 2019

Vedere a ...
Vedere a Milano aprile 2019

Focus on Design

Società Editrice Umberto Allemandi s.r.l.
Piazza Emanuele Filiberto, 13/15 10122 Torino
Tel 011.819.9111 - P.IVA 04272580012