Il Giornale dell\ ilgiornaledellarte.comwww.allemandi.com

Vernissage

Mucche, emiri e diamanti


1965, 7 giugno. Damien Hirst nasce a Bristol e trascorre l’infanzia a Leeds. Suo padre, che ab-
bandona la famiglia quando Damien ha 12 anni, fa il meccanico. Frequenta la Leeds College of
Art
1986-89. Trasferitosi a Londra, segue i corsi di Michael Craig-Martin al Goldsmiths College
1990. Con Carl Freedman e Billee Sellman cura due mostre in una ex fabbrica a Bermondsey. «A Thousand Years», una vetrina in cui vermi e mosche consumano una testa di mucca, affascina Saatchi, il quale offre di finanziare le opere del giovane artista
1991. Personali a Londra (all’Ica e in un negozio del centro) e a Parigi (da Perrotin). Fa ami-
cizia con il gallerista Jay Jopling, che d’ora in poi lo rappresenterà.Nella foto in alto,«With
Dead Head», 1991
1992. Alla mostra «Young British Artists» alla galleria Saatchi, espone «The Physical Impossibility of Death in the Mind of Someone Living», uno squalo sospeso in una vetrina di for-
malina
1993. Alla Biennale di Venezia espone una mucca e un vitello sezionati ed esibiti in vetrine separate
1994.
...
(il testo integrale è disponibile nella versione cartacea)

Luisa Materassi, da Il Giornale dell'Arte numero 319, aprile 2012


Ricerca


GDA luglio/agosto 2019

Vernissage luglio/agosto 2019

Il Giornale delle Mostre online luglio/agosto 2019

Ministero luglio 2019

Guida alla Biennale di Venezia maggio 2019

Vedere a ...
Vedere in Calabria 2019

Vedere nelle Marche 2019

Vedere in Puglia e Basilicata 2019

Vedere in Trentino luglio 2019

Vedere in Friuli giugno 2019

Società Editrice Umberto Allemandi s.r.l.
Piazza Emanuele Filiberto, 13/15 10122 Torino
Tel 011.819.9111 - P.IVA 04272580012