Il Giornale dell\ ilgiornaledellarte.comwww.allemandi.com

Il Giornale delle Mostre

Alta società: i ritratti di Arturo Ghergo a Palazzo delle Esposizioni

Alida Valli in un ritratto di Arturo Ghergo. Foto © Arturo Ghergo

Roma. Giunto nel 1929 a Roma, dove apre uno studio fotografico in via Condotti 61, il marchigiano Arturo Ghergo già alla metà degli anni Trenta è il ritrattista più in voga del mondo cinematografico e dell’aristocrazia romana. Per tre decenni (muore nel 1959 a soli 57 anni) sarà uno dei più famosi fotografi italiani, grande ritrattista soprattutto dei divi di Cinecittà, gli studios aperti da Mussolini nel 1937. Palazzo delle Esposizioni dal 3 aprile all'8 luglio gli dedica una rassegna di circa 150 fotografie vintage quasi solo in bianco e nero dell’intera sua produzione, curata dalla figlia Cristina Ghergo e da Claudio Domini, dagli esordi all’approdo al colore alle soglie degli anni Sessanta. Riprese quasi tutte le dive del tempo, da Assia Noris a Doris Duranti, e ancora Sophia Loren, Ingrid Bergman, Gina Lollobrigida, Silvana Mangano, Alida Valli che ritrasse in venti scatti come se fossero venti donne differenti. Fotografò anche attori come Amedeo Nazzari, Massimo Girotti e Vittorio Gassman, politici da Galeazzo Ciano a Einaudi e De Gasperi, grandi personalità quali papa Pio XII, Pietro Badoglio, Gianni Agnelli.

Federico Castelli Gattinara, da Il Giornale dell'Arte numero 318, marzo 2012


Ricerca


GDA luglio/agosto 2019

Vernissage luglio/agosto 2019

Il Giornale delle Mostre online luglio/agosto 2019

Ministero luglio 2019

Guida alla Biennale di Venezia maggio 2019

Vedere a ...
Vedere in Calabria 2019

Vedere nelle Marche 2019

Vedere in Puglia e Basilicata 2019

Vedere in Trentino luglio 2019

Vedere in Friuli giugno 2019

Società Editrice Umberto Allemandi s.r.l.
Piazza Emanuele Filiberto, 13/15 10122 Torino
Tel 011.819.9111 - P.IVA 04272580012