Il Giornale dell\ ilgiornaledellarte.comwww.allemandi.com

Gallerie

Un Segno di fiducia

Gregorio Botta, «Senza titolo», 2011

Roma. Francesco Antonini imprime un nuovo corso all’attività della sua galleria, Il Segno, dove nei primi anni Novanta iniziò proponendo giovani artisti, tutti riconducibili per aspetti diversi nell’alveo della pittura: tra gli altri, Gregorio Botta, Alessandra Giovannoni, Antonello Violo, Francesco Bocchini e Gianluigi  Toccafondo. All’epoca Antonini andava ad affiancare Angelica Savinio, attiva dal 1964, finché non si è ritirata qualche tempo fa. «Mi rendo conto che la mia necessità di rinnovamento in questo periodo di crisi ha qualcosa di azzardato, ma voglio ristrutturare la galleria concentrando l’attività sui miei artisti e l’aggiunta di giovani scoperte, come Silvia Iorio e Guglielmo Castelli, spiega il gallerista. Nel tempo ho organizzato una sorta di lavoro di squadra, per cui gli artisti stessi mi segnalano le new entry, e ho creato una rete di progetti espositivi con musei e gallerie internazionali». Dal 20 marzo al 5 maggio è la volta di una personale dello stesso Botta (nella foto, «Senza titolo», 2011), il primo artista proposto vent’anni fa. Curata da Guglielmo Gigliotti, la personale allinea una dozzina di lavori creati nell’ultimo anno con materiali quali acqua, luce, vetro che danno il senso dello scorrere del tempo e del divenire senza fine della realtà. In una grande teca a parete, ad esempio, lo spazio è scandito ritmicamente da sei lastre anch’esse di vetro e da tracce di nerofumo.

F.R.M., da Il Giornale dell'Arte numero 318, marzo 2012


Ricerca


GDA aprile 2019

Vernissage aprile 2019

Il Giornale delle Mostre online aprile 2019

Vedere a ...
Vedere a Milano aprile 2019

Focus on Design

Società Editrice Umberto Allemandi s.r.l.
Piazza Emanuele Filiberto, 13/15 10122 Torino
Tel 011.819.9111 - P.IVA 04272580012