Il Giornale dell\ ilgiornaledellarte.comwww.allemandi.com

Il Giornale delle Mostre

Liegi

Sette volte Bip

Amore dell’immagine e immagine dell’amore alla Biennale Internationale de la Photographie et des Arts visuels

Lara Gasparotto, «Senza titolo»

Liegi (Belgio). Si apre il 10 marzo il percorso di «Images de l’amour, amour de l’image», ottava edizione della Bip, Biennale Internationale de la Photographie et des Arts visuels. L’ossatura è composta da sette esposizioni principali (fino al 6 maggio) che s’inseriscono nell’ambivalenza annunciata dal titolo. Si parte con «Only You Only Me», al Mamac, mostra cardine della manifestazione che riserva il posto d’onore a Nan Goldin con una proiezione monumentale della sua «The Ballad of Sexual Dependency». La circondano altri quaranta artisti, tra i quali anche Erwin Olaf, Sylvie Blocher, Jason Lazarus, Elina Brotherus, Moira Ricci, Rhona Bitner. «Invece di condividere l’amore vero e proprio, scrive la curatrice Anne-Françoise Lesuisse, è la sua immagine che ci commuove, che risveglia i nostri ricordi, la nostra passione come il nostro dolore. Le immagini lottano contro la sparizione dell’altro e allo stesso tempo disegnano il ritratto del loro autore». Al MADmusée, «Rumeurs» riunisce l’ossessione per la figura femminile di Miroslav Tichy, le rarità di Lee Godie e Morton Bartlett, e le piccole sculture di Loulou. All’Hangar B9, Frits Gierstberg ha riunito in «From Holland with Love» un gruppo di contemporanei olandesi la cui opera risente dell’eredità di Ed van der Elsken e sembra uscita dalle pagine del suo Love on the Left Bank. E ancora, in «A fleur de peau» scorrono tocchi delicati e fuggevoli, che parlano di vicinanza e intimità nella sovrapposizione della grana fotografica con quella della pelle. Tra gli autori anche Lara Gasparotto di cui viene presentata la prima monografia. C’è spazio anche per l’esuberanza del duo Cravat & Bada, che con le loro messe in scena invitano allo spettacolo, quasi un musical dissacrante. In chiusura di percorso, la collettiva «Amour au pluriel & Adoration» e per le strade di Liegi l’omaggio a Georges Thiry, fotografo legato ai surrealisti. È attesa una serie di incontri, tavole rotonde, premi, concorsi, oltre al nutrito programma di Bip.Off. Il tutto si ritrova anche raccolto nel catalogo.
© Riproduzione riservata

Chiara Coronelli, da Il Giornale dell'Arte numero 318, marzo 2012


Ricerca


GDA giugno 2019

Vernissage giugno 2019

Il Giornale delle Mostre online giugno 2019

Guida alla Biennale di Venezia maggio 2019

Vedere a ...
Vedere in Friuli giugno 2019

Vedere a Venezia maggio 2019

Società Editrice Umberto Allemandi s.r.l.
Piazza Emanuele Filiberto, 13/15 10122 Torino
Tel 011.819.9111 - P.IVA 04272580012