GDA415 IN EDICOLA
Nuova testata GDA
Nuova testata GDA

Quando i pittori scoprirono la macchina che dipinge

Alla Gnam oltre 500 opere per raccontare i rapporti tra fotografia, pittura e scultura dalla metà dell’Ottocento a oggi

Telemaco Signorini, Pescivendole a Lerici, 1874. Roma, Galleria nazionale d’arte moderna

Roma. Per la prima volta due grandi istituzioni come la Gnam e l’Istituto Nazionale per la Grafica collaborano strettamente a un grande progetto espositivo di circa 500 opere, essenzialmente, ma non solo, con pezzi delle proprie collezioni. In campo sono scesi i vertici Maria Vittoria Marini Clarelli e Maria Antonella Fusco per la curatela generale e un pool di bravi funzionari storici dell’arte formato da Francesca Bonetti, Rita Camerlingo, Stefania Frezzotti, Marina Miraglia e Angelandreina Rorro per le singole sezioni. «Dopo la fotografia. Arte in Italia 1850–2000» alla Gnam fino al 4 marzo offre un percorso che dagli albori della fotografia arriva quasi ai giorni nostri.
...
(l'articolo integrale è disponibile nell'edizione su carta)

Federico Castelli Gattinara, da Il Giornale dell'Arte numero 316, gennaio 2012

©RIPRODUZIONE RISERVATA
  • Giosetta Fioroni, Ragazza TV (o la ragazza della televisione), 1964-1965. Roma, Galleria nazionale d’arte moderna
  • 32. Stefano Arienti, Senza titolo (ritratto di Federica Cimatti), 1996. Roma, Galleria nazionale d’arte moderna
  • Medardo Rosso, Fotomontaggio Salon d’Automne 1904. Archivio Medardo Rosso © 2011
  • Anna Maria Maiolino, In-Out (antropofagia), 1976. Roma, Galleria nazionale d’arte moderna
  • Federico Faruffini Studio di modella in costume (Ritratto della moglie in giardino) 1869. Collezione privata
GDA415GDA 415 GDMostre
Società Editrice Umberto Allemandi s.r.l.
Piazza Emanuele Filiberto, 13/15 10122 Torino
Tel 011.819.9111 - P.IVA 04272580012