Il Giornale dell\ ilgiornaledellarte.comwww.allemandi.com

Notizie

«Guernica»: trent'anni fa il ritorno in patria

Per espressa volontà di Picasso, l'opera avrebbe potuto lasciare gli Stati Uniti solo dopo che la Spagna fosse tornata a essere un Paese democratico

«Guernica» di Pablo Picasso rimase esposto al MoMA di New York per 44 anni

Madrid. Trent'anni fa, il 10 settembre 1981, finiva l'esilio di «Guernica», una delle più sconvolgenti raffigurazioni dell'orrore bellico nel secolo scorso. Ispirato ai bombardamenti nazisti sulla città di cui prende il titolo e realizzato da Picasso in poche settimane in piena guerra civile, fra maggio e giugno del 1937 su incarico del governo repubblicano spagnolo, il pannello murale  dopo essere stato presentato nel Padiglione della Spagna all'Expo Universale di Parigi nel 1937 fu esposto per 44 anni al MoMA di New York, con la scritta «prestito del popolo di Spagna».  Per espressa volontà dell'autore, «Guernica» avrebbe potuto lasciare gli Stati Uniti solo dopo che la Spagna fosse tornata a essere un Paese democratico.

Sarebbe successo nel 1981. Il 14 ottobre, dietro presentazione da parte del Governo spagnolo di una ricevuta di 150mila franchi che dimostrava la proprietà della tela, la gigantesca opera  (349,3 x 776,6 cm) tornava in Spagna, destinazione il Casón del Buen Retiro a Madrid, annesso al Museo del Prado, rimanendovi per 11 anni. Il 16 luglio 1992, non senza polemiche, il dipinto faceva il suo ingresso nel Centro de Arte Reina Sofía, dove rappresenta «la colonna "vertebrale" della collezione dell'avanguardia storica del museo», come sottolinea il direttore Manuel Borja-Villel, e da dove non è mai uscito per motivi di conservazione.

A proposito delle recenti polemiche suscitate dalla richiesta dei nazionalisti baschi di trasferire l'opera nella cittadina di Guernica in Euskadi (Paesi Baschi), Borja-Villel considera quello di «Guernica» un caso «chiuso al di là delle questioni tecniche di conservazione dato che il Reina Sofía è l'unico luogo che offre un contesto storico ed estetico per capire quest'opera universale». Anche il direttore del Prado, Miguel Zugaza, aveva avanzato l'idea di portare l'opera negli spazi dell'antico Museo dell'Esercito di Madrid finché la ministra di Cultura, Angeles González-Sinde, ha tagliato la testa al toro annunciando che «Guernica» appartiene al Reina Sofía.

Carmen del Vando Blanco, edizione online, 12 settembre 2011


Ricerca


GDA gennaio 2020

Vernissage gennaio 2020

Il Giornale delle Mostre online gennaio 2020

RA Case d

Vedere a ...
Vedere a Bologna 2020

Vedere a Napoli 2019

Vedere in Sardegna 2019

Società Editrice Umberto Allemandi s.r.l.
Piazza Emanuele Filiberto, 13/15 10122 Torino
Tel 011.819.9111 - P.IVA 04272580012