Il Giornale dell\ ilgiornaledellarte.comwww.allemandi.com

Notizie

Londra "caput mundi”?

E' l'unica città europea candidata dall'"Economist" a essere "capitale del mondo" nell'era della globalizzazione

Londra. "Intelligent Life", il bimestrale dell’"Economist", avvia da settembre un’inchiesta approfondita a più puntate per eleggere la “capitale del mondo” nell’era della globalizzazione. La scelta verrà espressa dai lettori sulla base di una short list di dieci città: Pechino, Shanghai, Singapore, Tokyo, Delhi, Mumbai, Città del Messico, Washington, New York e Londra. Luoghi simbolo che spingono emulazioni, nei quali contano potere ed economia, ma soprattutto dai quali partono idee, innovazione per lo sviluppo e nei quali sono parimenti rilevanti quindi cosmopolitismo e produzione intellettuale, in ogni ambito. Cinque i criteri: cultura, potere e influenza politica, reddito e benessere, contatti e legami economici. New York negli anni ‘50 era il cuore del mondo e venne scelta come sede delle nazioni Unite. Washington era ed è in testa, come luogo del potere, nel quale vengono assunte più decisioni con impatto internazionale. Permeata di think thank di esperti, sede del Fondo monetario internazionale, non ha una leadership carismatica, né scambi commerciali. Pechino non ha status. Tra le città globali Londra batte Ny per potere e influenza politica, ma Ny e Tokyo avanzano in classifica per benessere, connessioni globali e cultura. Le metropoli in crescita vertiginosa come Shanghai, Delhi, Mumbai, Pechino, Sao Paolo, Città del Messico, vitali culturalmente, mancano di potere. Ma Londra c’è su ogni tema. E, come anticipa Alessandra Baudel su "Repubblica", pare la candidata a capitale del mondo, in un’Europa percepita come “vecchio continente”.

Catterina Seia, edizione online, 31 agosto 2011


Ricerca


GDA aprile 2019

Vernissage aprile 2019

Il Giornale delle Mostre online aprile 2019

Vedere a ...
Vedere a Milano aprile 2019

Focus on Design

Società Editrice Umberto Allemandi s.r.l.
Piazza Emanuele Filiberto, 13/15 10122 Torino
Tel 011.819.9111 - P.IVA 04272580012