Il Giornale dell\ ilgiornaledellarte.comwww.allemandi.com

Aste

Tassa sul patrimonio: il sospiro di sollievo dei collezionisti francesi

Parigi. L’Assemblea Nazionale, la Camera dei Deputati francese, ha respinto la proposta di annoverare le opere d’arte tra le proprietà imponibili per l’Isf («Impôt sur la fortune», una tassa sul patrimonio), una norma che avrebbe posto termine a 30 anni di esonero fiscale di questa categoria di beni e che inaspettatamente proveniva da deputati della maggioranza di Governo. A pochi giorni dal voto, si erano moltiplicate le voci di scontento di vari protagonisti del mercato (galleristi, mercanti, collezionisti, consulenti) che prevedevano una fuga delle opere verso lidi fiscalmente più «amici». Guillaume Cerutti, presidente di Sotheby’s Francia, all’indomani del voto del parlamento, ha dichiarato al «Financial Times»: «La Francia ha appena deciso di permettere alle case d’asta di tenere vendite a trattativa privata; includere le opere d’arte nell’Isf sarebbe stato assolutamente paradossale. Avrebbe voluto dire incoraggiare il mercato con una mano e azzopparlo con l’altra. Fortunatamente ha prevalso il buon senso».

da Il Giornale dell'Arte numero 311, luglio 2011



GDA maggio giugno 2020

GDA408 maggio-giugno VERNISSAGE

GDA408 maggio-giugno IL GIORNALE DELLE MOSTRE

GDA408 maggio-giugno IL GIORNALE DELL

GDA408 maggio-giugno VEDERE IN ABRUZZO

GDA408 Inchiesta FAREMO COSÌ

Società Editrice Umberto Allemandi s.r.l.
Piazza Emanuele Filiberto, 13/15 10122 Torino
Tel 011.819.9111 - P.IVA 04272580012