Il Giornale dell\ ilgiornaledellarte.comwww.allemandi.com

Aste

Arti decorative europee

Lo scrigno dei principi

Il 6 luglio Sotheby’s mette all’asta 33 rari arredi e oggetti d’arte: da Piffetti a Brustolon, da Miseroni a Bertos

Stipo da parete a due ante in vari legni pregiati, avorio e madreperla di Pietro Piffetti

Londra. Il 6 luglio Sotheby’s disperde a Londra un catalogo di arredi e oggetti d’arte di estrema importanza: i 33 lotti che lo compongono sono veri e propri capolavori delle arti decorative europee (l’asta s’intitola «Tesori. Gusto principesco»), datano dal XVI fino a oltre la metà del XIX secolo e spaziano geograficamente dalla Francia alla Germania, dall’Inghilterra all’Italia. Gli oggetti in asta sono tutti legati ad alcuni dei più grandi collezionisti della storia europea, da Luigi XIV al cardinale Mazarino, a re Alfonso XII, il principe Davidoff, il duca D’Orléans, Giovanni Strozzi. La stima totale delle opere in vendita parte da 10,3 milioni di euro, diritti sul compratore esclusi. Tra i lotti di produzione italiana, spiccano due opere di Pietro Piffetti provenienti da collezioni private europee: uno stipo da parete a due ante, datato tra il 1740 e il 1750, in palissandro, legno d’amaranto, vari legni da frutto, avorio e madreperla, decorato a intarsi con una scena mitologica (stime 230-345mila euro) e una predella di tavolo da parete del 1730 ca, anch’esso decorato a stilemi geometrici e vegetali intarsiati in vari legni pregiati e avorio (57.500-92mila euro). Un vaso in alabastro e marmo verde antico, decorato con montature in bronzo dorato dello scultore, argentiere e bronzista romano Francesco Righetti (1749-1819) e di suo figlio Luigi, è valutato tra 57.500 e 115mila euro, mentre uno stipo romano di metà Settecento in ebano e legno ebanizzato, con inserti in vari tipi di marmi e pietre dure, proviene dalle collezioni Ruspoli di Poggio Suasa: è stimato tra 290 e 580mila euro. Risalgono al XVI secolo una coppia di cassoni nuziali fiorentini in legno di noce scolpito con figure ad altorilievo e decorati con dorature, con i blasoni delle famiglie degli Strozzi e dei Carnesecchi, e provengono dalle collezioni del barone Guy de Rothschild (1909-2007): quotazioni tra 290 e 460mila euro. È poi attribuito all’intagliatore di pietre dure Giovanni Ambrogio Miseroni (1551-1616) il coperchio in calcedonio di una tazza a forma di conchiglia, anch’essa in calcedonio, con ogni probabilità un manufatto ora conservato al Louvre. L’oggetto in asta, che raffigura in bassorilievo Venere e Cupido dormienti in una conchiglia, ha una montatura in argento dorato lungo tutto il profilo e termina in una presa raffigurante Giove con le sembianze di un cigno. I valori di stima per quest’opera, proveniente da una collezione privata svizzera, oscillano tra 920mila e 1,38 milioni di euro. Una coppia di tavoli da parete veneziani, datati intorno al 1686, hanno il piano firmato da Lucio de Lucci decorato con intarsi in vari legni pregiati, avorio, corno e peltro, con scene di genere entro motivi geometrici e vegetali. Le basi, in noce scolpito a fogliaggi e grotteschi, sono attribuite ad Andrea Brustolon. Le stime del lotto, proveniente da una collezione britannica, oscillano tra 690mila e 1,15 milioni. Una coppia di gruppi bronzei allegorici, databili alla prima metà del XVIII secolo e firmati da Francesco Bertos (attivo 1693-1739), raffigurano «La vendemmia» e «L’arte della guerra». A consegnarli a Sotheby’s è stato un privato britannico, e ora vanno all’incanto con una valutazione tra 575 e 920mila euro. Privata (e britannica) è anche la provenienza di una coppia di divani del 1740-44 ca, in legno intagliato e dorato, realizzati per la Galleria Dorata di Palazzo Carrega-Cataldi a Genova: stime comprese tra 345 e 575mila euro. © Riproduzione riservata

Vittorio Bertello, da Il Giornale dell'Arte numero 311, luglio 2011


  • Coperchio in calcedonio di una tazza attribuito a Giovanni Ambrogio Miseroni (1551-1616)
  • Vaso romano di Francesco e Luigi Righetti, fine XVIII-inizi XIX secolo
  • Coppia di gruppi allegorici di Francesco Bertos in bronzo raffiguranti la Vendemmia e l’arte della Guerra

Ricerca


GDA luglio/agosto 2019

Vernissage luglio/agosto 2019

Il Giornale delle Mostre online luglio/agosto 2019

Ministero luglio 2019

Guida alla Biennale di Venezia maggio 2019

Vedere a ...
Vedere in Calabria 2019

Vedere nelle Marche 2019

Vedere in Puglia e Basilicata 2019

Vedere in Trentino luglio 2019

Società Editrice Umberto Allemandi s.r.l.
Piazza Emanuele Filiberto, 13/15 10122 Torino
Tel 011.819.9111 - P.IVA 04272580012