Il Giornale dell\ ilgiornaledellarte.comwww.allemandi.com

Gallerie

La pittura macchina del tempo

Un'opera di Michael Ajerman

Pietrasanta (Lu). Da Marcorossi «Un-real time», aperta dal 9 luglio al 7 agosto, è una collettiva intorno al concetto di reale e irreale. Nicola Samorì (1977) sia in pittura che in scultura gioca con le sovrapposizoni temporali attingendo all’arte del passato e reinterpretandola, e rianimando in modi inconsueti, con gesso e cera, le forme. Al passato si riferisce anche lo spagnolo Santiago Ydenez (1969), sfigurando, fino a renderle ridicole, opere di grandi maestri. L’individuo nella messa in scena di sé è oggetto della ricerca del newyorkese Michael Ajerman (1977, nella foto una sua opera) le cui modelle in posa evocano al tempo stesso situazioni di calma e turbamento. Il mondo dell’infanzia ispira invece Valerio Berruti (1977)che immerge i suoi bambini in dimensione irreale e atemporale cui contribuisce nei dipinti la scelta della tecnica ad affresco oppure, nelle sculture, il cemento arricchito da ghiaia. A fotografie dell’800 attinge Nabojsa Despotovic (1985), facendo riemergere dal passato l’identità di figure poi tradotte in colori plumbei. Ma ambiguità e turbamento aleggiano anche nelle modelle in posa dello statunitense Michael Ajerman 1977), frutto di un’indagine sull’individuo di oggi e la stessa precarietà è comunicata dagli scenari domestici di Paolo Maggis (1978).

L.L., da Il Giornale dell'Arte numero 311, luglio 2011



GDA maggio giugno 2020

GDA408 maggio-giugno VERNISSAGE

GDA408 maggio-giugno IL GIORNALE DELLE MOSTRE

GDA408 maggio-giugno IL GIORNALE DELL

GDA408 maggio-giugno VEDERE IN ABRUZZO

GDA408 Inchiesta FAREMO COSÌ

Società Editrice Umberto Allemandi s.r.l.
Piazza Emanuele Filiberto, 13/15 10122 Torino
Tel 011.819.9111 - P.IVA 04272580012