Il Giornale dell\ ilgiornaledellarte.comwww.allemandi.com

Libri

Il culto dei monumenti è moderno

La copertina del volume «Il culto moderno dei monumenti»

«Il senso e il significato dei monumenti non dipendono dalla loro destinazione originaria, ma siamo piuttosto noi, soggetti moderni, che li attribuiamo ad essi». Intorno a questa frase chiave si organizza l’analisi dei fondamenti ideali e delle linee teoriche generali necessarie alla conservazione dei monumenti che Alois Riegl (1858-1905) fece precedere, quale «manifesto», al Progetto di un’organizzazione legislativa della tutela dei monumenti in Austria del 1903. Di fatto, si tratta della fondamentale messa a punto di una serie di principi base relativi alla conservazione e al restauro delle opere d’arte monumentali che vanno ben oltre la questione immediata e che si inseriscono invece nello spirito dell’epoca: il valore della modernità, motore profondo dell’evoluzione della cultura europea, diventa qui occasione di una presa di distanza (da interpretarsi come presa di coscienza e prova di lucidità) prima di tutto dalla tradizione. Un rapporto modernità-tradizione/eredità culturale, però, mai interpretato in chiave di opposizione quanto piuttosto di responsabilizzazione.
...
(il testo integrale è disponibile nella versione cartacea)

Alessia Muroni, da Il Giornale dell'Arte numero 310, giugno 2011



GDA411 OTTOBRE 2020

GDA411 OTTOBRE 2020 VERNISSAGE

GDA411 OTTOBRE 2020 GDECONOMIA

GDA411 OTTOBRE 2020 GDMOSTRE

Società Editrice Umberto Allemandi s.r.l.
Piazza Emanuele Filiberto, 13/15 10122 Torino
Tel 011.819.9111 - P.IVA 04272580012