Il Giornale dell\ ilgiornaledellarte.comwww.allemandi.com

Mostre

L’Italia come la vedeva Giulio Gabrielli

Ascoli Piceno. La retrospettiva «Paesaggi d’Italia. Giulio Gabrielli (1832-1910) da Corot a Fattori», aperta fino al 6 novembre nella Galleria d’Arte Contemporanea «Osvaldo Licini» e curata da Stefano Papetti e Maria Gabriella Mazzocchi, riunisce 120 opere dell’artista ascolano. Gabrielli si è formato a contatto con le avanguardie nazionali (Roma, Napoli e Firenze), ma gli anni della maturità e della sua intensa attività li trascorse ad Ascoli, periodo (1859-1910) intercalato da viaggi in Italia e all’estero. Le opere sono messe in relazione con quelle dei più noti paesaggisti del XIX secolo con i quali Gabrielli fu in contatto (Gigante, Von Pitloo, Caffi, Corot, Costa, Abbati, Sernesi, Vito D’Ancona, Lega e Fattori). È ricostruito l’ambiente storico e artistico ascolano dell’Ottocento e i rapporti con l’ambito romano, napoletano e fiorentino. Il materiale è costituito in gran parte dai dipinti, taccuini, quaderni, album e carteggi di Gabrielli. Una sezione è dedicata ai suoi rapporti con alcuni personaggi del Risorgimento marchigiano e in particolare al suo ruolo di conservatore del patrimonio cittadino, come fondatore della Pinacoteca Civica e della Biblioteca Comunale.

...
(il testo integrale è disponibile nella versione cartacea)

Marta Paraventi, da Il Giornale dell'Arte numero 310, giugno 2011



GDA409 Luglio-Agosto 2020

GDA409 Vernissage Luglio-Agosto 2020

GDA409 Il Giornale di Economia Luglio-Agosto 2020

GDA409 Il Giornale delle Mostre Luglio-Agosto 2020

GDA409 Vedere in Emilia Romagna Luglio-Agosto 2020

GDA409 Vedere nelle Marche Luglio-Agosto 2020

Società Editrice Umberto Allemandi s.r.l.
Piazza Emanuele Filiberto, 13/15 10122 Torino
Tel 011.819.9111 - P.IVA 04272580012