Il Giornale dell\ ilgiornaledellarte.comwww.allemandi.com

Opinioni & Documenti

Il re nudo

Se non son matti non li vogliamo

Quel manicomio di un museo che è il Museo della follia

Una delle mummie del Museo della Follia di Cesare Inzerillo che sarà esposto alla 54ma Biennale di Venezia

Ha ragione chi pensa che al Padiglione Italia di Sgarbi, l’accostamento della parola «follia» debba darsi per scontato. Oltre mille artisti e più di cento sedi sarebbero sufficienti a giustificare questo pensiero. Non basta. Perché a questo tipo di follia sostanziale, intesa come stravaganza di chi ha qualcosa da dire, si aggiunge anche quella formale, dei matti veri. Cesare Inzerillo, ex giovane palermitano, già autore del Museo della Mafia che tanto ha fatto chiacchierare la chiacchierata Sicilia, metterà in scena il Museo della Follia: un palcoscenico agghiacciante, di quelle mummie che il bravissimo Inzerillo rende più vere di quelle delle catacombe del convento dei cappuccini a Palermo, dove, stando alla sua stessa confessione, ha passato buona parte dell’adolescenza.
Un po’ di cartapesta e di das, ed ecco nascere qualche decina di personaggi tra pazienti, medici, infermieri, che come cariatidi se ne stanno fermi, in silenzio, ad aspettare un segnale che li faccia ripartire ancora più freddi di quando il tempo si è fermato.
Quello della follia è un tema ormai abusato, ma nella chiave di lettura di Inzerillo torna interessante, perché è cinismo allo stato puro.
...
(il testo integrale è disponibile nella versione cartacea)

Nicolas Ballario, da Il Giornale dell'Arte numero 309, maggio 2011



GDA409 Luglio-Agosto 2020

GDA409 Vernissage Luglio-Agosto 2020

GDA409 Il Giornale di Economia Luglio-Agosto 2020

GDA409 Il Giornale delle Mostre Luglio-Agosto 2020

GDA409 Vedere in Emilia Romagna Luglio-Agosto 2020

GDA409 Vedere nelle Marche Luglio-Agosto 2020

Società Editrice Umberto Allemandi s.r.l.
Piazza Emanuele Filiberto, 13/15 10122 Torino
Tel 011.819.9111 - P.IVA 04272580012