Il Giornale dell\ ilgiornaledellarte.comwww.allemandi.com

Mostre

Basilea

C’è un Brancusi coltivato in Serra

Alla Fondation Beyeler, faccia a faccia tra lo scultore rumeno e il suo grande ammiratore americano

Richard Serra al MoMA

Basilea. L’abbinamento di due giganti della scultura del XX secolo in una mostra aperta dal 22 maggio al 21 agosto alla Fondation Beyeler, è nato dalle preoccupazioni del curatore Oliver Wick circa l’«isolamento» della scultura di Brancusi rispetto all’arte di oggi. «Per questa ragione, spiega il curatore, è diventata una necessità visiva farla dialogare, estrarne una tensione che forse è andata perduta con le passate generazioni». Solo più tardi Wick è venuto a sapere dell’ammirazione di Serra nei confronti del suo celeberrimo collega. Ha saputo tra l’altro che in gioventù, ogni giorno per quattro mesi, lo scultore americano si era recato a disegnare nell’atelier di Brancusi ricostruito a Parigi. Ma questa seconda mostra su Serra e Brancusi, dopo quella del 2005 allestita alla Pulitzer Foundation di St. Louis nel  Missouri, non si prefigge di illustrare la natura dell’influenza di Brancusi su Serra: «La mostra è molto “visiva”, spiega Wick. È come una doppia retrospettiva, all’interno della quale risaltano anche evidenti differenze tra i due».
...
(il testo integrale è disponibile nella versione cartacea)

Ben Luke, da Il Giornale dell'Arte numero 309, maggio 2011


  • Autoritratto di Constantin Brancusi nel suo studio nel 1934 ca. © 2011 ProLitteris, Zurich © Collection Centre Pompidou, Dist. RMN / Georges Meguerditchian

Ricerca


GDA marzo 2019

Vernissage marzo 2019

Il Giornale delle Mostre online

Società Editrice Umberto Allemandi s.r.l.
Piazza Emanuele Filiberto, 13/15 10122 Torino
Tel 011.819.9111 - P.IVA 04272580012