Il Giornale dell\ ilgiornaledellarte.comwww.allemandi.com

Notizie

A Faenza dal 20 al 22 maggio il IV Festival arte Contemporanea

Mark Dion è tra gli artisti presenti al IV Festival arte Contemporanea di Faenza; qui la sua opera Tropical Rainforest Preserves (Mobile Version), from Wheelbarrows of Progress, with William Schefferine, 1990, courtesy the artist and Tanya Bonakdar Gallery, New York

Faenza (Ra). «Forms of collecting/Forme della committenza» è il titolo della quarta edizione del Festival arte Contemporanea che con la sua C magenta pervaderà Faenza dal 20 al 22 maggio, in collaborazione con il Museo internazionale delle Ceramiche. Un titolo doppio, volutamente ambiguo nella traduzione italiano-inglese, per il tema scelto dalla direzione scientifica, il trio Carlos Basualdo, Angela Vettese, Pier Luigi Sacco. Nel termine «committenza» richiama una parte importante dell’identità culturale del nostro Paese, che sembra fare fatica a reinventarsi nel presente, a confronto con «collecting», con gli scenari globali del collezionismo, delle grandi realtà, pubbliche e private che si occupano di produrre, raccogliere, far circolare l’arte  dei nostri tempi. 
Il dibattito, al quale parteciperanno oltre 100 protagonisti internazionali, vuole riflettere, dal punto di vista culturale, sociale e politico, sul ruolo centrale dell’arte, delle relazioni nel sistema, del rapporto tra pubblico e privato in tempi di contrazione di risorse.  Aprono Achille Bonito Oliva e Massimo Cacciari, partecipazioni, tra le altre di Hans Ulrich Obrist, Julia Peyton-Jones, Salvatore Settis. Numerosi gli artisti che interverranno sulla relazione con committenti e collezionisti: da Joseph Kosuth a Mark Dion, Dominique Gonzalez-Foerster, Goshka Macuga, Jochen Gerz. Dibattito aperto con collezionisti ed esponenti delle fondazioni private, tra i quali Egidio Garzona, Angela e Massimo Lauro, Giorgio Fasol, Giuseppe Iannaccone di Acacia, Patrizia Sandretto, Ginevra Elkann, Annie Ratti, Maurizio Morra Greco, Martin Bethenod.
Sabato 21 si discuterà del X «Rapporto Annuale Fondazioni» di «Il Giornale dell’Arte» (allegato a questo numero) al quale il Festival ha collaborato per la sezione contemporanea; lo stesso giorno interverranno le fondazioni bancarie. Su collezioni museali, committenza pubblica e sui suoi strumenti (come la legge del 2%) si confronteranno Anna Mattirolo, direttrice del MaXXI, Frances Morris, curatrice della Tate Modern di Londra, Bartomeu Marì, direttore del Macba di Barcellona. Saranno esplorate la relazione dell’arte  con le altre discipline (architettura, moda, design),  e le forme di committenza. Non ultimo 500 volontari, i ragazzi della rete Cyou, studenti e aspiranti professionisti.
© Riproduzione riservata

Catterina Seia, da Il Giornale dell'Arte numero 309, maggio 2011


  • Pier Luigi Sacco e Alberto Masacci, ideatori e fondatori del festival dell'arte Contemporanea. Foto Walter Costa

Ricerca


GDA marzo 2019

Vernissage marzo 2019

Il Giornale delle Mostre online

Società Editrice Umberto Allemandi s.r.l.
Piazza Emanuele Filiberto, 13/15 10122 Torino
Tel 011.819.9111 - P.IVA 04272580012