Il Giornale dell\ ilgiornaledellarte.comwww.allemandi.com

Aste

Milano, Sotheby’s

Gian Ferrari due

Un preview dell’asta del 12 aprile a Palazzo Broggi

Arturo Martini, «Ballo di contadini»

Milano. Delle due sezioni della collezione privata di Claudia Gian Ferrari, che era divisa tra le case di Milano e di Roma, quella milanese, dedicata in larghissima misura al Novecento, è andata in asta, il 24 marzo, da Porro & C (cfr. articolo); quella romana di contemporanea (ma con qualche bel pezzo dell’amato Novecento anche qui) sarà invece battuta il 12 aprile da Sotheby’s in Palazzo Broggi. Quando seppe di essere gravemente malata, Claudia Gian Ferrari destinò al Fai (a Villa Necchi Campiglio, residenza anni Trenta nel cuore di Milano) i suoi 44 capolavori di arte italiana del Novecento storico, mentre le ceramiche di Melotti sono andate al Mart di Rovereto e il meglio del contemporaneo al Maxxi e, in misura minore, al Macro. Svuotate le case delle loro gemme, Claudia Gian Ferrari non le lasciò tuttavia sguarnite ma sostituì quelle opere con altre, certo meno preziose ma scelte con l’identico occhio. A collezionisti e appassionati questa vendita, fitta di opere dagli anni Novanta a oggi, offrirà quindi più di una tentazione. Sono 170 i lotti in catalogo. Gli autori vanno da Airò, Borghi (di cui amava indossare i lievi, bellissimi gioielli fatti con la plastica delle bottiglie), Cecchini, Della Vedova, Favelli a Mainolfi (bellissima la sua sghemba «colonna» di terracotta, in asta a 15-20mila euro), Manzelli, Marisaldi, Migliora, Serse. Fra gli italiani un posto speciale è occupato da Claudio Parmiggiani (qui con un’opera del 1974 stimata 30-40mila euro) e da Luigi Ontani, che tra l’altro creò per lei due omaggi a due dei suoi «amori» artistici: un «Ricordo di Martini» (Arturo Martini, il suo autore prediletto con Sironi e Pirandello) e, appunto, «Pirandellesca», proposti ognuno a 15-20 mila euro. Insieme ci si imbatte in molti autori stranieri: Kiki Smith, con il bronzo «Ophelia», 2002, stimato 15-20mila euro, e «Red Stars» (12-15mila), Tracey Emin, Shirin Neshat, Louise Bourgeois. E con loro Kapoor, Murakami (un’opera del 1997, 30-40 mila euro), Ofili, Plensa... Non potevano mancare però gli amati Sironi e Pirandello: del primo è in catalogo un «Paesaggio urbano» degli anni Venti (stima 60-80mila euro); del secondo la terracotta policroma «Ballo di contadini» (un esemplare unico, 80-100mila euro), del terzo infine c’è un «Nudo» del 1936-38 proposto a 30-40mila.

© Riproduzione riservata

Ada Masoero, da Il Giornale dell'Arte numero 308, aprile 2011


Ricerca


Visita il nuovo sito Il Giornale delle Mostre
Il Giornale delle Mostre online

GDA febbraio 2019

Vernissage febbraio 2019

Vedere a ...
Vedere a Bologna 2019

Società Editrice Umberto Allemandi s.r.l.
Piazza Emanuele Filiberto, 13/15 10122 Torino
Tel 011.819.9111 - P.IVA 04272580012