Il Giornale dell\ ilgiornaledellarte.comwww.allemandi.com

Gallerie

New York

Il piede in due scarpe

L’Armory Show sconfina nel moderno, l’Art Show nel contemporaneo e i galleristi volteggiano nell’una e nell’altra

Una performance all’Armory Show, dove ad andare in bianco è stato qualche mercante della sezione moderna. © The Armory Show 2011 / David Willems

New York. Il mercato ha continuato a «tirare» anche a New York, che ha ospitato in marzo alcune fiere d’arte moderna e contemporanea; le più importanti in calendario erano l’Armory Show (del 3 al 6) e l’Art Show (dal 2 al 6). L’assortimento delle offerte ha fatto sì che ci fosse qualcosa per tutti: dalle più quotate gallerie moderne e contemporanee all’Art Show ai 274 mercanti da tutta Europa, America latina, Sud Africa e Stati Uniti dell’Armory. Quest’ultima è apparsa migliore rispetto al frammentario allestimento dello scorso anno, con le gallerie sistemate in stand di dimensioni maggiori. Molte di esse proponevano esposizioni monografiche, cosa che ha assicurato alla manifestazione un tocco di qualità in più. La qualità delle opere, in realtà, ha rivelato qualche chiaro-scuro. Più stabili le vendite, specialmente per quotazioni fino ai 15mila euro. I giovani artisti hanno dominato gli stand: Alison Jacques ha completamente venduto la sua esposizione monografica di Ryan Mosley, un giovane artista scoperto da ...
...
(il testo integrale è disponibile nella versione cartacea)

Charlotte Burns e Melanie Gerlis, da Il Giornale dell'Arte numero 308, aprile 2011


Ricerca


GDA luglio/agosto 2019

Vernissage luglio/agosto 2019

Il Giornale delle Mostre online luglio/agosto 2019

Ministero luglio 2019

Guida alla Biennale di Venezia maggio 2019

Vedere a ...
Vedere in Calabria 2019

Vedere nelle Marche 2019

Vedere in Puglia e Basilicata 2019

Vedere in Trentino luglio 2019

Società Editrice Umberto Allemandi s.r.l.
Piazza Emanuele Filiberto, 13/15 10122 Torino
Tel 011.819.9111 - P.IVA 04272580012