Il Giornale dell\ ilgiornaledellarte.comwww.allemandi.com

Opinioni & Documenti

Che ve ne sembra dell’America?

Stupido viene da stupore

Al Moma Alison Knowles offre a chi lo desidera un panino al tonno

Performance 10: «Alison Knowles at The Museum of Modern Art, New York», gennaio-febbraio 2011. © Yi-Chun Wu/The Museum of Modern Art

Alison Knowles (nata nel 1933) è una gentile e chiara artista del Fluxus, il movimento non-movimento messo assieme e nominato dal suo papa George Maciunas durante gli anni Sessanta. Maciunas era per Fluxus quello che Breton era stato per i Surrealisti: geniale, dittatoriale. Lui e alcuni altri suoi compagni di strada finirono per imitare proprio i modi d’arte contro i quali si stavano ribellando perché si ersero a propugnatori di una «nuova» maniera di fare arte che negasse tutto il resto. Per esempio negavano la validità della pittura, tanto quanto i pittori negavano la loro. Così si cade nel solito noiosissimo dibattito sul progresso nelle arti.
Fluxus invece va visto come l’occasione di ampliare all’infinito i linguaggi dell’arte affermandone da un lato la non-utilitarietà e dall’altro l’importanza data a ogni parte del mondo, dal frammento più piccolo ai complessi più grandi. Alison Knowles è la maestra di questa maniera. Sovente gli artisti Fluxus si dedicano a battute che sembrano poco importanti. Come ...
...
(il testo integrale è disponibile nella versione cartacea)

Lucio Pozzi, da Il Giornale dell'Arte numero 308, aprile 2011


Ricerca


GDA maggio 2019

Vernissage maggio 2019

Il Giornale delle Mostre online maggio 2019

Speciale AMART 2019

Guida alla Biennale di Venezia maggio 2019

RA Fotografia 2019

Vedere a ...
Vedere a Venezia maggio 2019

Vedere a Milano aprile 2019

Focus on Design

Società Editrice Umberto Allemandi s.r.l.
Piazza Emanuele Filiberto, 13/15 10122 Torino
Tel 011.819.9111 - P.IVA 04272580012