Il Giornale dell\ ilgiornaledellarte.comwww.allemandi.com

Mostre

La finestra aperta sull’arte

Johan Christian Dahl, «Veduta di Pillnitz da una finestra», 1823

La mostra «Camere con vista. La finestra aperta nel XIX secolo», allestita al Metropolitan Museum di New York dal 5 aprile al 4 luglio, nelle intenzioni della curatrice Sabine Rewald esplora il «celebre motivo romantico della finestra aperta, soglia verso una realtà lontana». Questa tensione visiva tra l’ambiente interno e l’esterno ha fatto la sua prima comparsa nell’arte europea verso il 1810, mentre «gli americani non l’hanno dipinta», come aggiunge la Rewald, che si è rivolta a musei tedeschi, danesi, francesi, austriaci, svizzeri e italiani, e a istituzioni statunitensi, per reperire le opere in mostra. Al centro della rassegna due dipinti di Caspar David Friedrich, entrambi intitolati «Dallo studio dell’artista» (1805-06). Lorenz Eitner, ex direttore dell’Art Museum della Stanford University scomparso nel 2009, analizzò questo tema nell’articolo «The open window and the Storm-Tossed Boat», apparso sull’«Art Bulletin» del 1955. La Rewald gli ha dedicato il catalogo della mostra, attribuendogli la paternità del concetto di «Camera con vista».
...
(il testo integrale è disponibile nella versione cartacea)

da Il Giornale dell'Arte numero 308, aprile 2011


Ricerca


GDA febbraio 2019

Vernissage febbraio 2019

Vedere a ...
Vedere a Bologna 2019

Società Editrice Umberto Allemandi s.r.l.
Piazza Emanuele Filiberto, 13/15 10122 Torino
Tel 011.819.9111 - P.IVA 04272580012