Il Giornale dell\ ilgiornaledellarte.comwww.allemandi.com

Mostre

Milano

Con gli occhi di Caravaggio

Vittorio Sgarbi riunisce i pittori lombardi e veneti che «formarono» il suo gusto

«San Matteo e l’angelo» (1588) di Vincenzo Campi, proveniente dalla chiesa di San Francesco d’Assisi a Pavia. Photoservice Electa/Anelli

Milano. Il Museo Diocesano apre fino al 3 luglio le sue sale a una mostra curata da Vittorio Sgarbi che, andando sulle tracce degli studi di Roberto Longhi sul Merisi (Cose bresciane del ’500 del 1917 e Quesiti caravaggeschi del 1929, questi fra breve ristampati in edizione economica dalla Fondazione Longhi), lontani ma ancora fondamentali, ricostruisce l’orizzonte visivo su cui si posò lo sguardo di Caravaggio negli anni della sua formazione lombardo-veneta, prima del trasferimento a Roma, dove avrebbe dato il via alla sua rivoluzione pittorica. Quando Caravaggio partì da Milano aveva 25 anni, quindi, per i tempi, un artista adulto e formato: che cosa fece dunque a Milano, negli anni della sua formazione presso la bottega di Simone Peterzano? E che cosa vide nei suoi viaggi di apprendista? La mostra «Gli occhi di Caravaggio. Gli anni della formazione tra Venezia e Milano» (catalogo Silvana Editoriale), prodotta da Arthemisia Group con il Museo Diocesano, risponde con argomenti inconfutabili a queste domande attraverso ...
...
(il testo integrale è disponibile nella versione cartacea)

Ada Masoero, da Il Giornale dell'Arte numero 308, aprile 2011


Ricerca


GDA ottobre 2019

Vernissage ottobre 2019

Il Giornale delle Mostre online ottobre 2019

Guida alla Biennale di Venezia maggio 2019

Vedere a ...
Vedere in Canton Ticino 2019

Vedere in Emilia Romagna 2019

Vedere a Firenze 2019

Vedere nelle Marche 2019

Vedere in Puglia e Basilicata 2019

Società Editrice Umberto Allemandi s.r.l.
Piazza Emanuele Filiberto, 13/15 10122 Torino
Tel 011.819.9111 - P.IVA 04272580012