Il Giornale dell\ ilgiornaledellarte.comwww.allemandi.com

Signorsì & Signornò

Signorsì & signornò

La critica che critica

Arcimboldo.
Artista milanese tra Leonardo e Caravaggio
Milano, Palazzo Reale, 10 febbraio - 22 maggio 2011
L’evento Per la più grande mostra mai dedicata in Italia a Giuseppe Arcimboldo sono state radunate 335 opere tra dipinti, sculture, armature, libri, fossili e cammei. Lo scopo è quello di inserire l’artista nel ricco contesto culturale ed economico della Milano di metà ’500, all’epoca la principale corte europea per produzione di oggetti di lusso, e già teatro delle sperimentazioni scientifiche di Leonardo. È qui che nasce e si forma Arcimboldo, che nel 1562 sarà richiesto a Vienna alla corte asburgica per fare ritorno nella sua città solo 25 anni dopo.
Perché sì Se le recenti esposizioni di Parigi e Vienna lo presentavano come artista di punta alla corte degli Asburgo, questa milanese ha il pregio di restituire Arcimboldo al pubblico nella sua complessità: oltre che pittore egli fu anche creatore di apparati effimeri, disegnatore di costumi per feste e tornei, studioso dei fenomeni naturali.
...
(il testo integrale è disponibile nella versione cartacea)

Andrea D’Agostino, da Il Giornale dell'Arte numero 308, aprile 2011


Ricerca


GDA febbraio 2019

Vernissage febbraio 2019

Vedere a ...
Vedere a Bologna 2019

Società Editrice Umberto Allemandi s.r.l.
Piazza Emanuele Filiberto, 13/15 10122 Torino
Tel 011.819.9111 - P.IVA 04272580012