Il Giornale dell\ ilgiornaledellarte.comwww.allemandi.com

Notizie

Milano

Europei grazie all’arte contemporanea

Nasce l’Unicredit Venice Award, dedicato agli artisti dell’Europa dell’Est presenti alla Biennale di Venezia

Antonella Massari

Milano. Delle banche italiane, quasi tutte fortemente impegnate sul fronte dell’arte e della cultura, UniCredit è quella che più di tutte ha scommesso sul contemporaneo. Ora aggiunge una nuova, importante presenza con l’UniCredit Venice Award, un premio-acquisto del valore di 150mila euro, dedicato agli artisti dei 19 Paesi dell’Europa Centro-orientale presenti alla prossima Biennale veneziana (dall’Azerbaijan all’Ucraina) nei quali il gruppo opera (per il bando di concorso www.unicreditgroup.eu). Ne parliamo con Antonella Massari, responsabile Identità e Comunicazione del Gruppo, nel giorno in cui, nell’UniCredit Studio della sede centrale di piazza Cordusio, nel cuore di Milano, si inaugura «Carte Blanche #3: Agenzia 200», la prima mostra di un gruppo di studenti dell’Accademia di Brera scelti da Alberto Garutti, loro docente, e artista presente nella collezione della banca.
Dottoressa Massari, perché avete istituito l’UniCredit Venice Award?
Già in passato sostenevamo artisti presenti a Venezia, ma proprio perché la Biennale è una vetrina internazionale ora abbiamo voluto puntare su un intervento che testimoniasse il nostro interesse per i Paesi in cui siamo presenti come azienda, ma nei quali non abbiamo investimenti importanti e strutturati per l’arte come accade in Italia, Germania e Austria con le collezioni o con gli spazi espositivi. Con questo premio intendiamo testimoniare il nostro essere un gruppo europeo, che vuole sentirsi «di casa» in tanti Paesi. Devo dire che l’iniziativa è stata accolta con grande entusiasmo, anche fra gli amministratori delegati del Gruppo in quei Paesi, perché il premio prevede che le opere premiate siano date in comodato a un museo locale, restando quindi sul territorio e diventando accessibili a tutti.
In Italia, ma anche in Germania e in Austria, siete partner di numerosi musei. Manterrete il vostro impegno?
In Italia affianchiamo Castello di Rivoli, Mart, MAMbo, MaXXI, Macro e la Fondazione Pomodoro di Milano, dove abbiamo una Project Room e supportiamo la programmazione: è uno spazio che amiamo molto, di grande prestigio. Del resto nella nostra mission è ben presente la necessità di contribuire alla crescita culturale dei Paesi in cui operiamo: e sostenere la creatività, l’innovazione dell’arte di oggi ci sembra essere una delle vie maestre.
E la collezione? La arricchite anche in tempi di crisi?
Certo, la collezione continua ad alimentarsi con le acquisizioni che facciamo annualmente su suggerimento della nostra commissione scientifica, formata da Walter Guadagnini con Luca Massimo Barbero, Lóránd Hegyi e Angelika Nollert. Non solo, ma da un anno e mezzo facciamo circolare in mostre internazionali alcune delle nostre opere per farne uno strumento di comunicazione identitaria. Siamo stati a Vienna, Verona, Istanbul e a novembre saremo a Mosca con un nuovo concept di mostra. Perché proprio la crisi finanziaria ci ha insegnato che le grandi banche devono farsi accettare e conoscere all’esterno, e queste forme di intervento comunicano al pubblico l’utilità del nostro esistere. Con la musica e con l’arte, due linguaggi universali che non richiedono traduzioni, vogliamo contribuire a una migliore comprensione del nostro tempo, parlando a un pubblico che sia il più vasto possibile. I nostri stessi dipendenti sono molto coinvolti e i nostri Art Day, in cui organizziamo per loro visite guidate nei musei di molte città, esauriscono in un attimo le iscrizioni.

© Riproduzione riservata

Ada Masoero, da Il Giornale dell'Arte numero 308, aprile 2011


  • Giulio Paolini, «Tre per tre», 1998-2008

Ricerca


GDA aprile 2019

Vernissage aprile 2019

Il Giornale delle Mostre online aprile 2019

Vedere a ...
Vedere a Milano aprile 2019

Focus on Design

Società Editrice Umberto Allemandi s.r.l.
Piazza Emanuele Filiberto, 13/15 10122 Torino
Tel 011.819.9111 - P.IVA 04272580012