Il Giornale dell\ ilgiornaledellarte.comwww.allemandi.com

Vent'anni fa

Vent'anni fa

Le source nations e le market nations

Questo mese, vent’anni fa «Il Giornale dell’Arte» pubblicava il celeberrimo articolo del professor John Henry Merryman della Stanford University intitolato «Due modi di pensare i beni artistici: patrimonio del genere umano o possedimenti nazionali». Dopo quell’articolo il modo di fare le leggi e di regolare il mercato dell’arte non è più stato lo stesso: il mondo si era spaccato in due.
«Il mondo si divide in “source nations”, luoghi d’origine dei beni culturali, e “market nations”, nazioni in cui i beni vengono commerciati. Nelle “source nations” l’offerta di beni culturali supera la domanda interna. Messico, Egitto, Grecia e India ne sono ovvi esempi, la loro ricchezza di manufatti culturali supera ogni immaginabile richiesta locale. Nelle “market nations” la domanda supera l’offerta. Francia, Germania, Giappone, Paesi Scandinavi e Stati Uniti ne sono un esempio. La domanda nelle “market nations” incoraggia l’esportazione dalle “source nations”. Quando la “source nation” è povera e la “market nation” è ricca, spesso, ma non sempre, un mercato non controllato incoraggia una forte esportazione di beni culturali».
...
(il testo integrale è disponibile nella versione cartacea)

da Il Giornale dell'Arte numero 308, aprile 2011


Ricerca


Visita il nuovo sito Il Giornale delle Mostre
Il Giornale delle Mostre online

GDA febbraio 2019

Vernissage febbraio 2019

Vedere a ...
Vedere a Bologna 2019

Società Editrice Umberto Allemandi s.r.l.
Piazza Emanuele Filiberto, 13/15 10122 Torino
Tel 011.819.9111 - P.IVA 04272580012