GDA415 IN EDICOLA
Nuova testata GDA
Nuova testata GDA

Dagherrotipi di alta tecnologia

Adam Fuss, «Invocation», 1992. Courtesy de Cheim & Read, New York © Adam Fuss

Madrid. La Fundación Mapfre accoglie fino al 17 aprile le enigmatiche opere di Adam Fuss (Londra, 1961). Si tratta della prima retrospettiva in Spagna del fotografo noto per le sue ricerche e sperimentazioni con tecniche antiche come il dagherrotipo, il fotogramma o la fotografia stenopeica in bianco e nero. Una scelta, quella di usare tecniche ormai in disuso, che non risponde a un rifiuto della tecnologia o a un’evoluzione del pensiero romantico, ma semplicemente alla necessità di trovare i sistemi migliori per rappresentare il suo magico mondo. La mostra, curata da Cheryl Brutvan, conservatore del Norton Museum of Art della Florida e responsabile della prima retrospettiva di Fuss negli Stati Uniti, ricrea l’ambiente di un luogo sacro, dove ha luogo una sorta di comunione tra artista e pubblico, attraverso una cinquantina di immagini, captate dal 1986 a oggi. Tra le sue serie più note spiccano «Love» e «My Ghost» e la più recente «Home and the World». In occasione della mostra la Fondazione Mapfre ha editato ...
...
(l'articolo integrale è disponibile nell'edizione su carta)

Roberta Bosco, da Il Giornale dell'Arte numero 307, marzo 2011

©RIPRODUZIONE RISERVATA
GDA415GDA 415 GDMostre
Società Editrice Umberto Allemandi s.r.l.
Piazza Emanuele Filiberto, 13/15 10122 Torino
Tel 011.819.9111 - P.IVA 04272580012