Il Giornale dell\ ilgiornaledellarte.comwww.allemandi.com

Archeologia

Parigi

Quand’era Lutetia

La capitale vuole guardarsi dentro e scava

Moneta con l’effigie dell’imperatore Giuliano (IV secolo d.C.), Parigi, Musée Carnavalet © Musée Carnavalet / Roger-Viollet

Parigi. Recenti scavi hanno messo in luce le trasformazioni dei modi di vita e delle reti commerciali nel nord dell’impero romano nel periodo di passaggio tra il mondo antico e l’epoca medievale. La mostra «E  Lutetia divenne Parigi... Metamorfosi di una città nel IV secolo» alla Crypte archéologique du parvis de Notre Dame, dal 15 marzo al 26 febbraio 2012, illustra, attraverso gli acquerelli, in maggior parte inediti, dell’architetto e archeologo francese Jean-Claude Golvin, e i reperti delle ultime scoperte archeologiche, l’evoluzione urbana e monumentale di Lutetia nel periodo in cui prende il nome celtico di città dei Parisi. All’inizio del IV secolo, verso il 307-308, Lutetia si trasforma in una città articolata in due poli: le istituzioni del potere si insediano nell’Ile de la Cité, collegata con un ponte alla Rive droite, mentre la Rive gauche, dove era nata Lutetia, si disgrega e perde le sue caratteristiche urbane. Risale a questi anni la costruzione di fortificazioni, che circoscrivono un’area centrale di dieci ettari, trasformando Lutetia in una città chiusa, difesa dalle mura e dal fiume.
...
(il testo integrale è disponibile nella versione cartacea)

Anna Maria Merlo, da Il Giornale dell'Arte numero 307, marzo 2011



GDA410 SETTEMBRE 2020

GDA410 Vernisage

GDA410 GDEconomia

GDA410 GDMostre

GDA410 Vedere a Milano

GDA410 Vedere a Venezia

Società Editrice Umberto Allemandi s.r.l.
Piazza Emanuele Filiberto, 13/15 10122 Torino
Tel 011.819.9111 - P.IVA 04272580012