GDA415 IN EDICOLA
Nuova testata GDA
Nuova testata GDA

Il ratto di Eva

«Annette with Rabbits», foto di B. Partenheimer, 2005. © Impronte Contemporary Art

Milano. È un evento la mostra di Eve Sussman alla Galleria Impronte, sia perché l’artista, nata in Inghilterra nel 1961 e residente a Brooklyn, è ormai una star della scena artistico-cinematografica internazionale, sia perché sarà l’occasione per vedere uno dei suoi film-video più celebri, «Il Ratto della Sabine», realizzato nel 2007 assieme alla sua compagnia, la Rufus Corporation. Si tratta di una sorta di musical, che prende spunto dalla nota leggenda relativa alla nascita di Roma per narrare la fine dell’utopia degli anni Sessanta. Della durata di circa 80 minuti, suddivisa in cinque atti, l’opera è stata girata in Grecia e a Berlino e riunisce capacità narrativa, grande magistero nell’invenzione dell’immagine, cura estrema di ogni dettaglio nella costruzione delle scene, abilità nella commistione dei linguaggi e presenze sceniche di prim’ordine. Tra quanti hanno lavorato al progetto, si segnalano Jonathan Bepler autore delle musiche, il coreografo Claude De Serpa Soares e la costumista Karen Young. Particolarmente importanti nella presentazione dei lavori di Eve Sussman sono anche le fotografie, che hanno il valore di opera autonoma e come tali vengono esposte.
...
(l'articolo integrale è disponibile nell'edizione su carta)

Walter Guadagnini, da Il Giornale dell'Arte numero 306, febbraio 2011

©RIPRODUZIONE RISERVATA
GDA415GDA 415 GDMostre
Società Editrice Umberto Allemandi s.r.l.
Piazza Emanuele Filiberto, 13/15 10122 Torino
Tel 011.819.9111 - P.IVA 04272580012