Il Giornale dell\ ilgiornaledellarte.comwww.allemandi.com

Sfracelli d'Italia

Sfracelli d'Italia

Sarà d'oro ma è stretta

Tra i luoghi più belli del mondo (e non manca di rilevarlo lo stesso nome) c’è la Ca’ d’Oro a Venezia. Acquistata alla fine dell’Ottocento dal barone Giorgio Franchetti, fu donata allo Stato nel 1917. Per cinque anni, fino al 1922, lo stesso Franchetti si prodigò per allestire le sue collezioni d’arte. Poi, preso dal male, si uccise. Immaginiamo il suo impegno febbrile, il desiderio di far dialogare pitture, oggetti, sculture. Poi il buio, la rabbia nel vedere finire il suo sogno. Ma se tornasse, oggi forse rivolgerebbe l’arma contro quelli che hanno sfigurato la sua casa oltre ogni ragionevole aspettativa. Lo dico perché, diventato soprintendente a Venezia quindi anche responsabile della Ca’ d’Oro, non riesco a credere che l’accesso dalla porta monumentale nella stretta calle al maestoso cortile, con gli intarsi di pietre del pavimento e le colonne che delimitano lo spazio onirico verso l’acqua, sia stato chiuso per imporre l’entrata da una stretta porticina che introduce a un corridoio e a un miserabile cortiletto con ritagli di pietre composti come per il gioco del Lego.
...
(il testo integrale è disponibile nella versione cartacea)

Vittorio Sgarbi, da Il Giornale dell'Arte numero 306, febbraio 2011


Ricerca


GDA maggio 2019

Vernissage maggio 2019

Il Giornale delle Mostre online maggio 2019

Speciale AMART 2019

Guida alla Biennale di Venezia maggio 2019

RA Fotografia 2019

Vedere a ...
Vedere a Venezia maggio 2019

Vedere a Milano aprile 2019

Focus on Design

Società Editrice Umberto Allemandi s.r.l.
Piazza Emanuele Filiberto, 13/15 10122 Torino
Tel 011.819.9111 - P.IVA 04272580012