Il Giornale dell\ ilgiornaledellarte.comwww.allemandi.com

Libri

Ritorni

Cera tre volte

A cent’anni dalla pubblicazione a Vienna, tripletta di traduzioni del saggio sulla ceroplastica di Schlosser

Colpisce che nel breve torno di pochi mesi, complice il centenario della prima edizione, siano apparse in Italia ben tre traduzioni dell’opera di Julius von Schlosser (1866-1938), uno dei fondatori della scuola di Vienna e membro onorato della comunità scientifica dell’epoca. Il testo tanto apprezzato è la Storia del ritratto in cera, edito a Vienna, appunto, nel 1911. Qui ci interessa discutere nel dettaglio la terza di queste traduzioni, certo la più ambiziosa: quella uscita per i tipi di Officina Libraria e a cura di Andrea Daninos, già mercante di vaglia e oggi uno degli esperti riconosciuti di scultura in cera nel nostro Paese.
Il taglio è quello di un’analisi accurata delle fonti: e da subito si viene a sapere che in realtà lo studio del 1911 altro non è che il frutto di una serie di ricerche che Schlosser aveva approfondito partendo da due suoi interventi sinora rimasti ignoti alla critica. Articoli stesi sull’onda della grande emozione suscitata dal ritrovamento della Flora in cera attribuita a Leonardo da Vinci (ormai da tempo declassata al rango di copia). Allo studioso austriaco, conservatore al Kunsthistorisches Museum e successore di Max Dvorak alla cattedra di storia dell’arte all’Università di Vienna, quella cera, giustamente, non finiva di piacere: ed era stato così che aveva deciso di affrontare in modo organico lo studio, affascinante e un po’ inquietante, della ritrattistica in cera, attraverso i secoli.
Ora la sua Geschichte der Portraitbildnerei in Wachs viene da Daninos praticamente raddoppiata da note e glosse che si affiancano a quelle originarie. Così ampliata, l’opera di Schlosser si conferma come un tipico esempio della miglior tradizione germanica, costituendo l’ineludibile base per ogni studio organico della ritrattistica in cera dall’antichità classica sino alla non sempre amata madame Tussaud. Bene ha fatto il curatore a non derogare da questa traccia, secondo un progetto che, va sottolineato, una volta tanto ha avuto l’appoggio del mondo universitario italiano, di norma così indifferente alle espressioni meno canoniche dell’arte: tant’è che Daninos ha potuto tenere, nel 2009-2010 e invitato da Giovanni Agosti, un molto seguito corso di storia sulla scultura in cera all’Università Statale di Milano.
Torniamo al testo di Schlosser, che non solo risulta completato dal lavoro di approfondimento del curatore, ma si arricchisce (e questo lo rende ancor più uno strumento di lavoro essenziale) di un repertorio comprendente più di ottanta opere, materiale oggi rintracciabile in collezioni pubbliche e private in Italia e in Europa e che era rimasto ignoto a Schlosser. Un’imponente bibliografia allargata anche a campi assai specifici della scultura in cera (dai fiori all’anatomia) completa l’impianto dell’opera. Il corredo iconografico è di necessità robusto come richiede una ricerca così articolata: e affianca alle immagini in bianco e nero e in bicromia dell’edizione originale, un amplissimo ventaglio di foto inedite a colori, per la parte di ricerca del curatore.

© Riproduzione riservata

Storia del ritratto in cera. Un saggio, di Julius von Schlosser, a cura di Andrea Daninos, traduzione di Davide Tortorella, 320 pp., ill. b/n e colore, Officina Libraria, Milano 2011, e  39,00

Storia del ritratto in cera. Un saggio, di Julius von Schlosser, a cura di Pietro Conte, con un saggio di Georges Didi-Hubermann, 224 pp., ill. b/n, Quodlibet, Macerata 2011, e  24,00

Storia del ritratto in cera. Un saggio, di Julius von Schlosser, a cura di Marco Bussagli, 240 pp., ill. b/n,  Medusa, Milano 2011, e  16,50

Luca Melegati, da Il Giornale dell'Arte numero 314, dicembre 2011


Ricerca


GDA luglio/agosto 2019

Vernissage luglio/agosto 2019

Il Giornale delle Mostre online luglio/agosto 2019

Ministero luglio 2019

Guida alla Biennale di Venezia maggio 2019

Vedere a ...
Vedere in Calabria 2019

Vedere nelle Marche 2019

Vedere in Puglia e Basilicata 2019

Vedere in Trentino luglio 2019

Società Editrice Umberto Allemandi s.r.l.
Piazza Emanuele Filiberto, 13/15 10122 Torino
Tel 011.819.9111 - P.IVA 04272580012