Il Giornale dell\ ilgiornaledellarte.comwww.allemandi.com

Mostre

L’omaggio a Lotto arriva dall’Ermitage

Lorenzo Lotto, «Ritratto di coniugi»

Venezia. Due prestiti dell’Ermitage di San Pietroburgo, un «Doppio ritratto di coniugi» (1523-24; nella foto) e una piccola «Madonna con il Bambino e tre angeli» (1541-42) vanno ad affiancarsi, alle Gallerie dell’Accademia, al «Ritratto di giovane gentiluomo» (1530 ca), unico quadro del pittore di proprietà del museo, dove la mostra «Omaggio a Lorenzo Lotto», a cura di Roberta Battaglia e Matteo Ceriana, è in calendario dal 24 novembre al 27 febbraio (catalogo Marsilio). La rassegna s’inserisce nell’iniziativa «Terre di Lotto», programma di restauro e valorizzazione delle opere dell’artista sul territorio (cfr. n. 312, set. ’11, p. 28). Per il Veneto è inoltre stato appena edito il volume, a cura di Gianluca Poldi e Giovanni C. F. Villa, Lorenzo Lotto in Veneto con la schedatura di tutte le opere esistenti nella regione (Silvana Editoriale). A Venezia si è provveduto all’illuminazione, ad alta tecnologia led, della pala di San Giovanni e Paolo e di quella della chiesa dei Carmini, che con l’opera dell’Accademia e quella nella chiesa di San Giacomo dell’Orio sono le uniche testimonianze di Lotto rimaste in città. In mostra figurano anche il «Ritratto di domenicano» (1526) dai Musei Civici di Treviso, il «Giovane con lettera» dal Castello Sforzesco di Milano e il «Gentiluomo in nero» di collezione privata, la cui autografia risulta comprovata dopo la recente pulitura, i giovanili «Giuditta con la testa di Oloferne» (1512) della collezione Bnl Gruppo Bnp Paribas, cui appartiene anche la predella della «Pala di San Bartolomeo» (1516). Della «Natività», già appartenente alle Gallerie e più volte replicata, è esposta la versione conservata alla Pinacoteca di Siena, accanto a una copia antica dagli Uffizi e quadri dello stesso soggetto di autori coevi. Da Brera giunge il «Compianto sul Cristo morto» (1538-45), mentre «Il Cristo in gloria» del Kunsthistorisches Museum di Vienna è posto a confronto con le formelle in bronzo del Sansovino, che ha ispirato. A suggellare il tutto il testamento autografo.

Lidia Panzeri , da Il Giornale dell'Arte numero 314, novembre 2011


Ricerca


GDA aprile 2019

Vernissage aprile 2019

Il Giornale delle Mostre online aprile 2019

Vedere a ...
Vedere a Milano aprile 2019

Focus on Design

Società Editrice Umberto Allemandi s.r.l.
Piazza Emanuele Filiberto, 13/15 10122 Torino
Tel 011.819.9111 - P.IVA 04272580012