Il Giornale dell\ ilgiornaledellarte.comwww.allemandi.com

Mostre

Legnano

Music: vivere fa male

Insieme a una retrospettiva del pittore che conobbe gli orrori di Dachau, una personale di Daniele Galliano

Daniele Galliano, Working for you, 2005, olio e tempera vinilica su tela, cm 75x145

Legnano (Mi). Flavio Arensi, direttore artistico di SALe-Spazi Arte Legnano, prosegue nella sua indagine sugli artisti che più hanno esplorato il tema della sofferenza umana. Dopo  Goya, Käthe Kollwitz, Varlin  e Cremonini, dal 19 novembre al 19 febbraio a Palazzo Leone da Perego è la volta di Zoran Music, in una retrospettiva intitolata come il celebre libro di Primo Levi Se questo è un uomo. Al centro della rassegna, che riunisce 90 opere dell’artista giuliano (nato a Gorizia nel 1909, quando la città era austro-ungarica, Music è scomparso a Venezia nel 2005), c’è infatti il ciclo di dipinti «Noi non siamo gli ultimi», avviato negli anni Settanta ma dettato dal ricordo degli anni di prigionia nel lager nazista di Dachau, e che è considerato uno dei momenti più alti del suo percorso. Qui è affiancato da alcuni disegni eseguiti nel 1945 proprio a Dachau, inediti per l’Italia, come anche molti dipinti, rimasti lungamente in collezioni americane e solo di recente rientrati in Europa. Scandito in sette sezioni, che dai paesaggi dalmati, attraverso i motivi vegetali e le vedute urbane, giungono alle figure degli anni Novanta, il percorso evidenzia la cifra profondamente «umana» della ricerca di Music, che pone l’uomo e il male di vivere al centro del suo lavoro, interpretando anche il paesaggio e la natura in un’ottica esistenziale. In contemporanea, nella stessa sede si svolge la personale «Urbi et Orbi» di Daniele Galliano (Pinerolo, Torino, 1961), dagli anni Novanta  fra i protagonisti della figurazione in Italia. La mostra, curata da Luca Beatrice, suo primo sostenitore, espone venti dipinti recenti, caratterizzati dai consueti tagli sfuggenti e da prospettive prive di profondità, per suggerire, attraverso il flash sul presente, lo scorrere del tempo. I cataloghi di entrambe le mostre sono pubblicati da Allemandi.

© Riproduzione riservata

Ad.M., da Il Giornale dell'Arte numero 314, novembre 2011


  • Daniele Galliano, Mosche da bar, 2003, olio su tela, cm 50x50
  • Zoran Music, Uomo seduto, 1991, olio su tela, 146x97 cm
  • Daniele Galliano, Senza titolo, 2006, olio su tela, cm 40x50
  • Zoran Music, Giudecca, 1981, tecnica mista, 6ox70
  • Zoran Music, Noi non siamo gli ultimi, 1972, olio su tela , 50x40 cm

Ricerca


GDA aprile 2019

Vernissage aprile 2019

Il Giornale delle Mostre online aprile 2019

Vedere a ...
Vedere a Milano aprile 2019

Focus on Design

Società Editrice Umberto Allemandi s.r.l.
Piazza Emanuele Filiberto, 13/15 10122 Torino
Tel 011.819.9111 - P.IVA 04272580012