Il Giornale dell\ ilgiornaledellarte.comwww.allemandi.com

Notizie

Ted Turner, un vero uomo del Rinascimento

Assegnato al filantropo americano il premio della Palazzo Strozzi Foundation Usa «Renaissance Person of the Year»

Ted Turner

Firenze. Con il «Renaissance Person of the Year», la Palazzo Strozzi Foundation Usa vuole identificare l’uomo o la donna che nel corso della propria vita abbiano rappresentato nel nostro tempo i valori che legano i periodi classici dell’antica Grecia e dell’antica Roma, il Rinascimento e l’Illuminismo, con un impatto profondo in campi diversi, attualizzando lo spirito mediceo. Nei successi imprenditoriali, nella filantropia, nelle discipline umanistiche, le arti, le cause di rilevanza sociale, queste figure configureranno le più elevate qualità di carattere rinascimentale. L'iniziativa voluta da Lorenzo Bini Smaghi, vede Eni e Intesa Sanpaolo tra i promotori.

La prima edizione ha come destinatario il rivoluzionario magnate televisivo Ted Turner, che verrà insignito a Palazzo Vecchio a Firenze, nel Salone dei 500, sabato 19 novembre 2011.
Noto come l’imprenditore che, con il lancio della Cnn con notizie 24 ore su 24, 7 giorni su 7, ha rivoluzionato i media e la politica globale introducendo un ciclo continuato di notizie, è considerato un grande filantropo e ha ottenuto in ogni sua espressione successi clamorosi, da vero uomo del Rinascimento.

Nel 1990 ha creato la Turner Foundation, con uno straordinario patrimonio dedicato a cause sociali, ambientali e politiche. A fine anni ’90, per riuscire a incidere sotto il profilo umanitario, è stato il primo a fare una donazione di un miliardo di dollari, devoluta alle Nazioni Unite, amministrata dalla United Nations Foundation di cui è Presidente. Il Time lo ha scelto nel 1991 come «Uomo dell’Anno»,  il primo protagonista  della serie dal mondo dei media. Da convinto ambientalista è diventato il secondo maggiore proprietario terriero privato negli Stati Uniti per proteggere la natura incontaminata del Montana e ripopolarla del simbolo identitario americano, il bisonte. Nel 2001, ha fondato la «Nuclear Threat Iniziative» per tutelare il pianeta dalla proliferazione nucleare. Nelle arti visive il suo contributo ha consentito di restaurare i classici del cinema americano e diffonderli sul suo canale Turner Classic Movies. Lo sport lo vede impegnato direttamente. Diventa campione di vela con la conquista dell’alloro più ambito nel 1977, come skipper di «Courageous», all’America’s Cup. Acquista e porta alla ribalta nazionale sue squadre sportive.

Dalla Fondazione Palazzo Strozzi, che come afferma Lorenzo Bini Smaghi «segue il motto che contemporaneo non è ciò che si fa ma come lo si fa», un’istituzione culturale tra le più attive in Italia con sede in uno dei massimi esempi dell’architettura rinascimentale, e dalla sua emanazione americana arriva uno stimolo alla visionarietà e all’azione con la celebrazione di esempi, del quale si auspica giungano gli epigoni di cui questo nostro tempo ha necessità.

© Riproduzione riservata

Catterina Seia, edizione online, 3 ottobre 2011


Ricerca


Visita il nuovo sito Il Giornale delle Mostre
Il Giornale delle Mostre online

GDA febbraio 2019

Vernissage febbraio 2019

Vedere a ...
Vedere a Bologna 2019

Società Editrice Umberto Allemandi s.r.l.
Piazza Emanuele Filiberto, 13/15 10122 Torino
Tel 011.819.9111 - P.IVA 04272580012