Il Giornale dell\ ilgiornaledellarte.comwww.allemandi.com

Musei

Abu Dhabi, museumland

Il museo dello sceicco di Foster

Il Museo Nazionale Zayed sarà pronto nel 2014 in collaborazione con il British Museum

Il Museo Zayed è formato da cinque torri, la più alta di 124 metri. © Richard Davies

Abu Dhabi. Il 26 novembre, giorno in cui la regina Elisabetta II, in visita di stato negli Emirati Arabi, ha presenziato alle celebrazioni in memoria dello sceicco Zayed bin Sultan Al Nahyan (fondatore e primo presidente dello Stato), è stata la data di avvio del Museo Nazionale Zayed. In realtà il cantiere è iniziato nel 2009 (l’apertura è prevista per il 2014), ma Norman Foster, incaricato del progetto, intervistato da «Il Giornale dell’Arte» ha orgogliosamente confessato: «È incredibile essere riusciti a tenere tutto segreto fino a oggi». Lo Zayed sarà il primo dei musei che archistar internazionali stanno costruendo nel Distretto culturale dell’isola Saadiyat: a seguire sorgeranno il Louvre Abu Dhabi, progettato da Jean Nouvel (cfr. articolo a lato), e il Guggenheim Abu Dhabi, di Frank Gehry. La gara per il Museo Zayed, partita nel 2007, ha visto in competizione 13 studi da Italia, Norvegia, Giappone, Francia, Grecia, Usa, Spagna, Giordania, Canada, Austria e Gran Bretagna. Nel dicembre dello stesso anno una giuria presieduta da Zaki Nusseibeh, braccio destro dello sceicco Zayed, ha scelto Foster+Partners.
...
(il testo integrale è disponibile nella versione cartacea)

Anna Somers Cocks, da Il Giornale dell'Arte numero 305, gennaio 2011


GDA aprile 2020

Vernissage aprile 2020

Il Giornale delle Mostre online aprile 2020

Società Editrice Umberto Allemandi s.r.l.
Piazza Emanuele Filiberto, 13/15 10122 Torino
Tel 011.819.9111 - P.IVA 04272580012