Il Giornale dell\ ilgiornaledellarte.comwww.allemandi.com

Mostre

Bologna

Al MAMbo il D-Day

Matthew Day Jackson ha un’ossessione: la sua morte

Matthew Day Jackson, «Chariot II (I like America and America likes me)», 2007-10, Bruxelles, Vanhaerents Art Collection. Foto Adam Reich, Cort. dell’artista e Peter Blum Gallery, New York

Bologna. Il MAMbo Museo d’Arte Moderna di Bologna apre il 2011 con la prima personale in un museo europeo di Matthew Day Jackson (1974), a cura di Gianfranco Maraniello, aperta dal 27 gennaio al primo maggio. La mostra, in cui l’artista americano esplora mitologie personali e collettive attraverso una selezione di lavori dal 2007 al 2010, trasforma lo spazio del Museo con cromatismi scenografici, un pendolo di Foucault di 16 metri e opere a motore alimentate da pannelli solari posti sulla terrazza. «In search of...», questo il titolo della rassegna, ha come filo conduttore un omonimo video di Jackson basato sul format di una popolare serie televisiva americana dei secondi anni Settanta, condotta da Leonard Nimoy, il dottor Spock di «Star Trek», che indagava misteri e fenomeni paranormali. Da questo spunto la mostra rimanda alla partecipazione dell’uomo alla cultura contemporanea e alla definizione di se stesso tramite gli oggetti che lo circondano, tematiche rintracciabili in tutti gli altri lavori esposti al MAMbo, fra i quali «The Tomb», in cui astronauti in legno e plastica trasportano sulle spalle una cassa d’acciaio e vetro con lo scheletro dell’artista.
...
(il testo integrale è disponibile nella versione cartacea)

Giovanni Pellinghelli del Monticello, da Il Giornale dell'Arte numero 305, gennaio 2011



GDA411 OTTOBRE 2020

GDA411 OTTOBRE 2020 VERNISSAGE

GDA411 OTTOBRE 2020 GDECONOMIA

GDA411 OTTOBRE 2020 GDMOSTRE

Società Editrice Umberto Allemandi s.r.l.
Piazza Emanuele Filiberto, 13/15 10122 Torino
Tel 011.819.9111 - P.IVA 04272580012