Il Giornale dell\ ilgiornaledellarte.comwww.allemandi.com

Mostre

Milano

Geroglifici sotto le Stelline

Anche un papiro di 20 metri in una personale dell’egiziano milanese Medhat Shafik

Medhat Shafik, «Archetipi», 2010

Milano. S’intitola «Archetipi. Le origini del futuro» una personale di Medhat Shafik, che si inaugura il 20 gennaio alla Fondazione Stelline, dove sarà visibile fino al 27 febbraio. Egiziano, nato nel 1956, l’artista vive dal 1976 a Milano, dove ha studiato pittura e scenografia all’Accademia di Brera. In questa nuova mostra, dopo le grandi retrospettive di Palazzo Forti a Verona, della Rocca di Umbertide e di Sant’Agostino a Pietrasanta, che si erano concentrate prevalentemente sui lavori installativi, Shafik ripercorre il suo cammino di pittore e in una sede più raccolta torna a esplorare le origini dei segni che animano il suo alfabeto formale. Nel suo cammino a ritroso, fino alle fondamenta dei suoi codici espressivi, ritrova simboli ancestrali, archetipi che parlano un linguaggio universale, confitti nelle profondità dell’inconscio collettivo, trovando però per essi un accento sorprendentemente contemporaneo. Sempre in bilico, culturalmente, tra il Nord Africa e l’Europa, Shafik si serve infatti di sabbia, garze e pigmenti che rinviano alla sua terra d’origine ma li declina con lo sguardo di un cittadino d’Europa.
...
(il testo integrale è disponibile nella versione cartacea)

Ada Masoero, da Il Giornale dell'Arte numero 305, gennaio 2011


Ricerca


GDA gennaio 2020

Vernissage gennaio 2020

Il Giornale delle Mostre online gennaio 2020

RA Case d

Vedere a ...
Vedere a Bologna 2020

Vedere a Napoli 2019

Vedere in Sardegna 2019

Società Editrice Umberto Allemandi s.r.l.
Piazza Emanuele Filiberto, 13/15 10122 Torino
Tel 011.819.9111 - P.IVA 04272580012