Il Giornale dell\ ilgiornaledellarte.comwww.allemandi.com

Notizie

Danzica e Berlino

L’etica delle restituzioni

Tornano in Polonia sei dipinti, mentre la Germania rivendica la Berlinka di Cracovia: eredità degli scontri tra nazisti e Armata Rossa

Ernesto di Fiori, «Stehender Jüngling», 1920

Danzica (Polonia). I Musei di Stato di Berlino hanno restituito alla Polonia sei dipinti e una scultura che durante la seconda guerra mondiale erano stati sottratti dallo Stadtmuseum di Danzica (oggi Museo Nazionale). Le opere, che nel 1945 l’Armata Rossa aveva sequestrato e inviato a Berlino in custodia, nel 2008 sono state riconosciute da parte di alcuni funzionari di Danzica all’interno di una pubblicazione promossa dai Musei di Berlino, il Document of Foreign Ownership (Documento sulle proprietà straniere). I quadri, tra cui sono presenti «La volpe e l’uva» (1648) di Daniel Schultz, «Pescatori sulla riva» (1843) di Friedrich Hildebrandt e «L’artista, sua moglie e i suoi figli» (1843) di Johann Carl Schultz, saranno sottoposti a un attento restauro prima di entrare nella collezione permanente. La Stiftung Preussischer Kulturbesitz (Fondazione per il Patrimonio culturale prussiano) ha acconsentito a riconsegnare le opere in ragione del fatto che, all’epoca della sottrazione, Danzica era una «libera città», non sottoposta quindi all’autorità tedesca né a quella polacca.
...
(il testo integrale è disponibile nella versione cartacea)

Julia Michalska, da Il Giornale dell'Arte numero 305, gennaio 2011


Ricerca


GDA gennaio 2020

Vernissage gennaio 2020

Il Giornale delle Mostre online gennaio 2020

RA Case d

Vedere a ...
Vedere a Bologna 2020

Vedere a Napoli 2019

Vedere in Sardegna 2019

Società Editrice Umberto Allemandi s.r.l.
Piazza Emanuele Filiberto, 13/15 10122 Torino
Tel 011.819.9111 - P.IVA 04272580012