Il Giornale dell\ ilgiornaledellarte.comwww.allemandi.com

Gallerie

Com’è triste Trieste

Da sinistra Andy Rosada, la moglie Rossella (che lo affiancava in galleria) e Renato Guttuso

Trieste. Il primo dicembre, a 83 anni, è morto Andy Rosada, gallerista. Nato a Treviso da un’antica famiglia veneziana, aveva iniziato la sua attività a Milano alla fine degli anni Sessanta, con uno spazio in via San Fermo: tra le sue passioni, Piero Manzoni, Enrico Castellani, Bonalumi, Tancredi e Hartung. Erano gli anni dell’ultima bohème di Brera, «quando i Manzoni costavano 300mila lire e con quelle si riusciva a sfangare il mese», ricorda il figlio Alessandro, succedutogli alla direzione della galleria Torbandena di Trieste, la città dove Rosada si trasferì nel 1977, dopo essersi guadagnato la stima di importanti colleghi come Ettore Gian Ferrari e Giorgio Marconi e aver organizzato nel 1970, a Palazzo Reale, un’antologica del pittore croato Edo Murtic. Con proposte che spaziavano dall’amato Sironi a Music, dagli amici Renato Guttuso e Marcello Mascherini a un personaggio di nicchia come il metafisico Arturo Nathan, Rosada consolidò la galleria anche in ambito internazionale, sino a quando, colpito da una malattia degenerativa, una quindicina di anni fa abbandonò l’attività.

...
(il testo integrale è disponibile nella versione cartacea)

Franco Fanelli, da Il Giornale dell'Arte numero 305, gennaio 2011


Ricerca


GDA gennaio 2020

Vernissage gennaio 2020

Il Giornale delle Mostre online gennaio 2020

RA Case d

Vedere a ...
Vedere a Bologna 2020

Vedere a Napoli 2019

Vedere in Sardegna 2019

Società Editrice Umberto Allemandi s.r.l.
Piazza Emanuele Filiberto, 13/15 10122 Torino
Tel 011.819.9111 - P.IVA 04272580012