Nuova testata GDA
Nuova testata GDA

¡Es una trampa madrileña!

Il Museo Arqueológico Nacional di Madrid, in calle Serrano

Anche importanti musei europei, e non soli i vituperati istituti americani, hanno acquistato con disinvoltura antichità
del tutto decontestualizzate e di provenienza oscura: il caso del Museo Archeologico Nazionale di Madrid che
nel 1999 ha comprato una collezione privata in cui sono stati riconosciuti 22 oggetti scavati illecitamente nel nostro Paese
.


Una delle conseguenze della «Grande razzia» di antichità che ha colpito il nostro Paese con particolare virulenza dai primi anni Settanta fino quasi all’altro ieri (almeno un milione di oggetti scavati clandestinamente, immessi nel commercio e spesso venduti all’estero; 10mila inquisiti; decine di migliaia di siti archeologici devastati) è la dispersione nel mondo dei reperti estratti di frodo e rimasti senza radici, ridotti a meri oggetti d’arredamento, diventati «muti», non più in grado di metterci in collegamento con l’antichità che essi stessi incarnavano. Una dispersione inevitabile, perché i modi e i canali del commercio ...
...
(l'articolo integrale è disponibile nell'edizione su carta)

Fabio Isman, da Il Giornale dell'Arte numero 300, luglio 2010

©RIPRODUZIONE RISERVATA
  • Anfora a figure nere con la partenza di un guerriero (polaroid del sequestro Medici, Ginevra 1995)
  • Anfora a figure nere con quadriga in partenza: la foto è quella riprodotta nel catalogo del museo di Madrid (n. inv. 1999/99/53)
  • Anfora a figure nere con quadriga in partenza in una delle polaroid del sequestro Medici (l’anfora risulta anche tra le foto sequestrate in Grecia a Robin Symes)
  • Anfora a figure nere con la partenza di un guerriero nel catalogo del Museo di Madrid (n. inv. 1999/99/51), passata nell’asta Sotheby’s di Londra, 14 dicembre 1995, lotto n. 143
  • Cratere a campana di Gnathia con testa di Atena (invenduto all’asta Sotheby’s di Londra, 14 dicembre 1990, lotto 296, è stato riproposto e venduto in asta l’8 dicembre 1994 dalla Editions Services di proprietà di Giacomo Medici) nella foto pubblicata nel catalogo di Madrid (n. inv. 1999/99/138)
  • Anfora a figure nere con Ercole che lotta contro le Amazzoni (il reperto appare in frammenti in una delle polaroid del sequestro Medici)
  • Anfora a figure nere con Ercole che lotta contro le Amazzoni riprodotta nel catalogo del Museo di Madrid (n. inv. 1999/99/60)
Società Editrice Umberto Allemandi s.r.l.
Piazza Emanuele Filiberto, 13/15 10122 Torino
Tel 011.819.9111 - P.IVA 04272580012