Il Giornale dell\ ilgiornaledellarte.comwww.allemandi.com

Archeologia

Ori e piroghe

Uno dei reperti provenienti dalla necropoli di Spina (Fe)

Il Museo Archeologico Nazionale di Ferrara prosegue la ristrutturazione tesa a riaffermare il proprio status di struttura museale unica per eccellenza dei reperti etrusco-greci e per sede, il cinquecentesco Palazzo Costabili, disegnato da Biagio Rossetti, nei cui spazi conserva i reperti dell’area ferrarese, in primis del porto etrusco di Spina, dal VI al III secolo a.C., la cui necropoli vanta oltre 4mila tombe con corredi di rara bellezza e ricchezza. Spicca la raccolta di vasi attici a figure rosse di V secolo a.C. che nelle sepolture di rango evoca i rituali del convito e del simposio. Riaperta dopo decenni di abbandono la Sala delle piroghe in occasione della Notte dei Musei del 15 maggio, il 10 giugno s’inaugura il nuovo allestimento della Sala degli ori, con la consulenza della maison Bulgari. Il 18 giugno riapre, dopo il restauro basato su indagini storico-archivistiche, agronomiche, palinologiche e archeologiche, il Giardino neorinascimentale, esemplare giardino formale storico ferrarese.

Giovanni Pellinghelli del Monticello, da Il Giornale dell'Arte numero 299, giugno 2010


  • Orecchini «a  grappolo» in oro da Spina, fine V secolo a.C, Ferrara, Museo Archeologico Naz.

Ricerca


GDA dicembre 2019

Vernissage dicembre 2019

Il Giornale delle Mostre online dicembre 2019

Vedere a ...
Vedere a Napoli 2019

Vedere in Sardegna 2019

Vedere a Torino 2019

Società Editrice Umberto Allemandi s.r.l.
Piazza Emanuele Filiberto, 13/15 10122 Torino
Tel 011.819.9111 - P.IVA 04272580012