Il Giornale dell\ ilgiornaledellarte.comwww.allemandi.com

Archeologia

Festival del Mondo Antico

Quando Rimini era Ariminum

40 nuove sale, dalla preistoria al tardoantico, nel Museo della Città

Particolare del mosaico delle Vittorie (II secolo d.C.) dallo scavo di Palazzo Gioia, Rimini, Museo della Città

Rimini. In occasione della XII edizione del Festival del Mondo Antico, a Rimini dal 25 al 27 giugno, il Museo della Città apre la nuova sezione archeologica: oltre 40 sale dalla preistoria al tardoantico. Paleolitico, età del Bronzo, Etruschi, Greci, Celti portano alla città romana di Ariminum, dal III al I secolo a.C.: colonia repubblicana con cerchia muraria, rete stradale e domus con spazi abitativi, cortili con vasche, portici e vani per la produzione artigianale laterizia e figulina. In età imperiale Ariminum brilla per vitalità urbanistica, l’arco di Augusto della Via Flaminia, il ponte di Tiberio sul Marecchia, il teatro, acquedotti e sistemi fognari, e trasformazione  degli spazi domestici da produttivi a residenziali, segno di agiatezza e fervore culturale. Affiancano la domus di Palazzo Diotallevi e la domus del Chirurgo, oggetto della prima sezione archeologica, le domus dell’Arco d’Augusto, di San Francesco, del Vescovado, delle Scuole Industriali, del Teatro Galli con pavimenti musivi geometrici o monocromi con inserti di marmi preziosi. Il mosaico pavimentale è protagonista anche della Rimini tardoantica: resti di domus palaziali fra V e VI secolo, età in cui la corte imperiale di Ravenna dà nuovo impulso edilizio e artigianale, sono quelli di Palazzo Gioia, Palazzo Palloni e Mercato Coperto con geometrie policrome complesse o decorazioni a cornice di figure come la Venere allo specchio e la Processione dei doni. Lo splendore tardoantico pure già indica la decadenza a metà del VI secolo per la guerra fra Goti e Bizantini, cesura tra Romanità e Medioevo, e chiude la sezione archeologica anticipando quella altomedievale, di futuro allestimento, che raccorderà l’età classica alla sezione medievale.

© Riproduzione riservata

Giovanni Pellinghelli del Monticello, da Il Giornale dell'Arte numero 299, giugno 2010


Ricerca


GDA dicembre 2019

Vernissage dicembre 2019

Il Giornale delle Mostre online dicembre 2019

Vedere a ...
Vedere a Napoli 2019

Vedere in Sardegna 2019

Vedere a Torino 2019

Società Editrice Umberto Allemandi s.r.l.
Piazza Emanuele Filiberto, 13/15 10122 Torino
Tel 011.819.9111 - P.IVA 04272580012