Il Giornale dell\ ilgiornaledellarte.comwww.allemandi.com

Libri

Palma Bucarelli, gli anni da cronista

Un collage di varie foto di Palma Bucarelli

Il centenario della nascita di Palma Bucarelli ha portato con sé una bella mostra alla Galleria Nazionale d’arte moderna di Roma, un catalogo, una biografia (cfr. n. 297, apr. ’10, p. 52) e una miriade di articoli e saggi. Ma la figura della soprintendente non è certo esaurita, anzi: ora comincia il vero lavoro, in cui Lorenzo Cantatore, già curatore del suo diario di guerra, si è ancora una volta posto all’avanguardia. Terminate le celebrazioni, infatti, si tratta di andare a verificare il portato del lavoro intellettuale e critico della studiosa, la cui attività museologica è stata caratterizzata da una costante sperimentazione delle possibilità, dei limiti e dello statuto di un organismo concepito come macchina-museo capace non solo di conservare, ma di produrre cultura. Per fare ciò, la Bucarelli aveva capacità organizzative, lungimiranza culturale, gusto del rischio, coerente visione artistica; e una capacità di tradurre il tutto anche in parole, in saggi ed articoli eleganti, acuti, chiarificatori. Seguendo un progetto già bucarelliano, Cantatore ha raccolto gli articoli di critica che la Bucarelli produsse tra 1944 e 1945, in quello strano ed euforico periodo in cui, terminata la guerra, tutto sembrava ancora da creare e da rinominare, e immense sembravano le possibilità di riprogettare un’intera nazione, dalle fondamenta istituzionali all’identità culturale. Le «cronache indipendenti» di Palma Bucarelli apparvero su «L’Indipendente», uno dei molti giornali nati alla fine della guerra come funghi dopo la pioggia. Ella vi riportò il suo sguardo sul mondo artistico romano, brulicante di mostre e opportunità, lasciandone indimenticabili recensioni che sono anch’esse quadri, ritratti, paesaggio di un tempo e di un luogo culturale ormai scomparsi. Sorprendenti lo stile e il tono, spesso arguti, ironici; già sicura la visione d’insieme sull’arte possibile per la nuova Italia, piacevolissima la lettura e vivace la resa d’effetto delle proposte. Commovente poi quel ripensare, a tratti, alla tragedia appena finita e forse non ancora tutta rivelata, e quel parlare di sensazioni e ricordi anche personali, ma necessari a rendere un’impressione e ad approfondire un giudizio. Nel  momento in cui la sua macchina-museo comincerà a girare al massimo, la Bucarelli smetterà l’attività di giornalista: a Cantatore il merito di aver riproposto questi piccoli gioielli in prosa, cui ha premesso un’introduzione che non è da meno per chiarezza ed eleganza di scrittura, e per la capacità di restituire un’irripetibile temperie culturale.

Cronache indipendenti, di Palma Bucarelli, a cura di Lorenzo Cantatore, 104 pp., ill. b/n, De Luca, Roma 2010, e  18,00

Alessia Muroni, da Il Giornale dell'Arte numero 299, giugno 2010


  • La copertina del volume «Cronache indipendenti»

Ricerca


GDA dicembre 2019

Vernissage dicembre 2019

Il Giornale delle Mostre online dicembre 2019

Vedere a ...
Vedere a Napoli 2019

Vedere in Sardegna 2019

Vedere a Torino 2019

Società Editrice Umberto Allemandi s.r.l.
Piazza Emanuele Filiberto, 13/15 10122 Torino
Tel 011.819.9111 - P.IVA 04272580012