Il Giornale dell\ ilgiornaledellarte.comwww.allemandi.com

Mostre

Bram e Geer fratelli diversi

Bram Van Velde, «Sans titre (Le Cheval majeur)», 1945. © Lyon MBA / Photo Alberto Ricci, Adagp 2009

Lione. Il Musée des Beaux-Arts propone sino al 19 luglio uno sguardo incrociato sull’opera dei fratelli Van Velde, Bram (1895-1981) e Geer (1898-1977), due sperimentatori dell’astrazione. La mostra, che presenta 160 quadri, intende tracciare un doppio ritratto dell’opera dei due fratelli, un faccia a faccia in cui si alternano i momenti in cui i Van Velde lavorano assieme e quelli in cui Bram e Geer si allontanano l’uno dall’altro per approdare a sperimentazioni personali. Dal 1941 Bram van Velde cesserà di riferirsi al reale, mentre il fratello Geer non se ne distaccherà mai completamente restando fedele alla composizione cubista, più sulla linea idealista di Jacques Villon che su quella distruttrice di Picasso. Il Musée des Beaux-Arts conserva una bella collezione di Bram e Geer Van Velde. Nel 2005, ha ricevuto in dono 23 disegni di Geer, da parte di Elisabeth Van Velde e Piet Moget.

...
(il testo integrale è disponibile nella versione cartacea)

Anna Maria Merlo, da Il Giornale dell'Arte numero 299, giugno 2010


Ricerca


GDA dicembre 2019

Vernissage dicembre 2019

Il Giornale delle Mostre online dicembre 2019

Vedere a ...
Vedere a Napoli 2019

Vedere in Sardegna 2019

Vedere a Torino 2019

Società Editrice Umberto Allemandi s.r.l.
Piazza Emanuele Filiberto, 13/15 10122 Torino
Tel 011.819.9111 - P.IVA 04272580012