Il Giornale dell\ ilgiornaledellarte.comwww.allemandi.com

Mostre

L’incanto di Vermeer è vero e giovane

Una «Cena in Emmaus» di Han van Meegeren attribuita nel 1937 a Vermeer

L’Aia e Rotterdam. Nei primi decenni del secolo scorso un uomo riuscì a tenere in scacco critici, studiosi e il Führer nella persona di Hermann Göring, incaricato da Hitler di acquisire, tramite finte compravendite a prezzi irrisori, capolavori dell’arte occidentale: fu Han van Meegeren, seduttore, libertino e falsario straordinario, che illuse i critici di aver scoperto il dipinto mancante nella produzione giovanile di Vermeer dipingendo una «Cena in Emmaus», attribuita a Vermeer nel 1937 da Abraham Bredius e acquistata dal Boijmans van Beuningen Museum. Ci volle un’accusa di collaborazionismo per aver venduto ai nazisti opere nazionali perché Van Meegeren rivelasse di essere l’autore di almeno dieci opere attribuite a Vermeer, dimostrando durante il processo le tecniche utilizzate per falsificare i dipinti. Due mostre, aperte sino al 22 agosto, illustrano l’una, al Boijmans van Beuningen di Rotterdam, le illusioni create da Van Meegeren (che falsificò anche opere di Frans Hals, Pieter de Hooch e Gerard ter Borch) ...
...
(il testo integrale è disponibile nella versione cartacea)

Iris Gavazzi, da Il Giornale dell'Arte numero 299, giugno 2010


  • Jan Vermeer, «Diana e le Ninfe»

Ricerca


GDA dicembre 2019

Vernissage dicembre 2019

Il Giornale delle Mostre online dicembre 2019

Vedere a ...
Vedere a Napoli 2019

Vedere in Sardegna 2019

Vedere a Torino 2019

Società Editrice Umberto Allemandi s.r.l.
Piazza Emanuele Filiberto, 13/15 10122 Torino
Tel 011.819.9111 - P.IVA 04272580012